Nocera Umbra, incendio di Gaifana, indagini sul 25enne, donna trasferita a Genova VIDEO

I carabinieri hanno ritrovato la tanica di benzina e un cellulare spaccato

Nocera Umbra, incendio di Gaifana, indagini sul 25enne, donna trasferita a Genova NOCERA UMBRA – La Procura della Repubblica di Spoleto ipotizza i reati di incendio doloso aggravato e tentativo di omicidio a carico dell’albanese di 25 anni. L’uomo è accusato di avere provocato le fiamme che hanno gravemente ustionato la sua ex, una quarantenne del posto, mentre si trovava in casa propria, nella zona di Nocera Umbra, insieme allo stesso giovane. Sono i Carabinieri che svolgono le indagini e sull’episodio si deve ancora fare chiarezza e ricostruire dinamica e movente. L’albanese, per ora, è piantonato in ospedale dove stato ricoverato per le ustioni subite a seguito dell’incendio.

La donna, invece, è stata trasferita in un centro per grandi ustionati. Nonostante le terribile piaghe, è riuscita ad indicare a chi l’ha soccorsa il suo ex compagno come responsabile dell’incendio. In passato i due avevano avuto  una relazione sentimentale e avevano, per quasi un anno, condiviso anche la stessa abitazione. Casa presa in affitto dalla donna nella zona di Nocera Umbra. Il rapporto tra il venticinquenne e la sua ex era pero” terminato da circa sei mesi.

Lui era quindi tornato a vivere con la propria famiglia e aveva una nuova fidanzata. Cosa sia successo esattamente ieri sera nell”abitazione e” ancora al vaglio degli investigatori, i carabinieri di Nocera Umbra e di quelli della compagnia di Gubbio supportati dal personale del reparto provinciale di Perugia dell”Arma e dai militari specializzati nelle indagini scientifiche. Dagli accertamenti e” comunque emerso che le fiamme sono divampate dopo che il giovane aveva sparso la benzina nell’appartamento innescando poi il fuoco con un accendino. Come mai il carburante si trovasse lì e chi ce lo ha portato è ancora da chiarire, di certo è che le fiamme sono divampate dopo che il aveva cosparso con la benzina gran parte dell’appartamento.

Per accendere il fuoco avrebbe utilizzato un accendino. Tra le ipotesi che si fanno strada tra gli inquirenti ci sarebbe  il movente della gelosia o, quanto meno, una lite tra i due ex. A dare l’allarme sarebbe stato un vicino che ha visto entrambi sul terrazzo con gli abiti in fiamme.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*