Nessuna emergenza meningite sul territorio, lo dice la Usl 2

vaccinazione è indicata per i bambini e per i giovani fino al 25° anno di età

Nessuna emergenza meningite sul territorio, lo dice la Usl 2

Nessuna emergenza meningite sul territorio, lo dice la Usl 2  TERNI – Non c’è nessuna emergenza per la patologia meningococcica come comunicato dal Ministero della Salute. Nel territorio dell’UslUmbria 2 dal 2008 vige un’offerta attiva gratuita del vaccino contro il meningococco C rivolta sia ai bambini nati a partire da giugno 2008 che agli adolescenti nati dopo gennaio 1997. Secondo il protocollo regionale i soggetti già vaccinati non hanno bisogno di dosi di richiamo.

Si ricorda che la vaccinazione è indicata per i bambini e per i giovani fino al 25° anno di età. Chi non fosse stato vaccinato può richiedere la somministrazione del vaccino presso il centro vaccinale territorialmente competente. E’ sufficiente recarsi presso i centri senza l’impegnativa del medico di medicina generale o del pediatra di libera scelta.

Per i soggetti che rientrano nel sopracitato protocollo vaccinale (nati a partire da giugno 2008, adolescenti nati dopo gennaio 1997), la vaccinazione è gratuita, mentre per gli altri è previsto un pagamento pari al costo del vaccino. Al momento nei servizi vaccinali si stanno esaurendo le scorte e gli approvvigionamenti, sulla base degli ordini già avviati, non potranno avvenire prima del 9 gennaio 2017, dopo la riapertura delle aziende farmaceutiche. La disponibilità, dunque, potrà essere confermata la prossima settimana.

Meningite

Meningite, cos’è?

La meningite è una grave malattia dovuta all’infiammazione delle meningi, le membrane che rivestono il cervello. L’infiammazione di tali membrane si ripercuote sul cervello portando a gravi sintomi neurologici che possono portare alla morte oppure a postumi gravi come sordità, ritardo mentale, paralisi motorie, epilessia.

La meningite può essere provocata sia da batteri sia da virus, quella più temibile è quella batterica dovuta principalmente a tre germi: emofilo tipo B, pneumococco, meningococco. Le forme di meningite dovute a virus sono generalmente a decorso benigno.
La gravità della meningite batterica è più elevata in età pediatrica: gli esiti neurologici a permanenti si manifestano nel 30-35% dei casi; la mortalità nel 5-10% dei casi.

meningiLa meningite coinvolge molto spesso la aracnoide e la pia madre o leptomeningi come sono anche chiamate queste membrane. La meningite o infiammazione delle membrane che circondano il cervello e il midollo spinale è causata da microrganismi. Tale infiammazione può essere provocata da microrganismi di tipo commensale, cioè naturalmente presenti nell’organismo umano e quindi non patogeni, ma diventa virulenta se la resistenza dell’organismo diminuisce, ad esempio in seguito a un raffreddore. Tra i microrganismi patogeni sono da ricordare quelli responsabili della meningite cerebrospinale epidemica. Anche un processo infettivo localizzato in altra sede può evolvere in una meningite, come una infiammazione dell’orecchio medio o del naso che si diffonde alle meningi.
Un terzo fattore patogenico è uno stato di infiammazione dovuto a lesione traumatica della scatola cranica, in seguito al quale i microrganismi penetrano nelle meningi attraverso la ferita aperta.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*