Morte giovane perugino a Londra, la famiglia chiede chiarezza

La famiglia del trentacinquenne è in contatto con il personale diplomatico a Londra

Morte giovane perugino a Londra, la famiglia chiede chiarezza

Morte giovane perugino a Londra, la famiglia chiede chiarezza PERUGIA – La famiglia del perugino di 35 anni chiede “chiarezza” sulla morte del giovane, avvenuta a Londra la notte di Natale. Quanto successo “è ancora avvolto nel mistero” – lo ha detto il loro legale, l’avvocato Walter Biscotti. L’uomo era da una decina di anni nella capitale inglese dove lavorava, seppure non in maniera stabile. E’ stato trovato morto – ha spiegato il legale della famiglia – nella stanza di una struttura pubblica dove alloggiava.

“Nel certificato del coroner inviato alla famiglia – ha detto ancora l’avvocato Biscotti – c’è solo scritto che le precise cause della morte devono essere ancora stabilite. Il padre mi ha però riferito di avere trovato il figlio in un lago di sangue”. L’avvocato Biscotti si è quindi messo in contatto con un legale londinese per seguire al meglio il caso. “La famiglia mi ha incaricato di scoprire cosa sia successo – ha spiegato – e andremo fino in fondo. Bisogna infatti fare chiarezza su questa che è al momento una morte misteriosa”.

La salma del giovane è rientrata nei primi giorni di gennaio a Perugia dove è stato celebrato il funerale. L’avvocato Biscotti ha spiegato ancora che la famiglia del trentacinquenne è in contatto con il personale diplomatico a Londra. Sulla morte è in corso un’indagine da parte degli investigatori londinesi ma i congiunti del giovane “non hanno ancora ricevuto alcuna notizia precisa su quanto successo”. Da qui la decisione di affidarsi a un legale per chiedere “chiarezza”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*