Mobilità elettrica Perugia, impossibile ricaricare la propria auto

Usi e abusi dell'area di ricarica, presentato questa mattina un ordine del giorno da parte del consigliere Diego Mencaroni

Mobilità elettrica Perugia, impossibile ricaricare la propria auto

Mobilità elettrica Perugia, impossibile ricaricare la propria auto. Dal consigliere comunale Diego Mencaroni – Presentato questa mattina un ordine del giorno da parte del consigliere Diego Mencaroni volto a chiedere maggiori garanzie per i possessori di veicoli elettrici. “Fin dal maggio 2012 il Comune di Perugia ha sottoscritto un protocollo d’intesa con ENEL per favorire la mobilità elettrica. Lo sviluppo della mobilità elettrica favorisce il risparmio energetico, la riduzione delle emissioni di CO2, la riduzione della dipendenza dei combustibili fossili e soprattutto appare, in prospettiva, come uno degli strumenti più efficaci per la riduzione delle emissioni inquinanti nei centri urbani e nelle aree metropolitane. Le stime di ENEL riportano come, fino ad ora siano state effettuate in tutta Italia 307.110 ricariche con 1.844.614 di kWh erogati e 1.909.718 Kg di CO2 risparmiati a dimostrazione di quanto sia importante la mobilità elettrica per l’ambiente.
È per questo motivo – prosegue Mencaroni – che il Comune di Perugia deve garantire i possessori di veicoli elettrici dando piena attuazione al Manifesto per la mobilità elettrica.

Oltre a garantire gratuitamente ad ogni nuovo veicolo elettrico, un permesso annuale di accesso alle aree ZTL (Zone a traffico limitato), in collaborazione  con S.I.P.A, tariffe agevolate per la sosta dei veicoli elettrici nel territorio Comunale e ad agevolare la sosta dei veicoli elettrici per attività di carico e scarico negli appositi spazi il Comune ha destinato alcuni stalli di sosta (oltre 20) in tutto il territorio comunale al fine di permettere a residenti e turisti di ricaricare la propria auto elettrica in tutta tranquillità.

Nonostante la presenza di cartelli che inibiscono sosta e fermata alle auto “tradizionali” quasi sempre i proprietari di auto elettriche trovano gli stalli a loro riservati occupati da veicoli abusivi trovandosi, quindi nell’impossibilità di ricaricare la propria auto.

Il sito internet di ENEL Drive e la relativa App, dove è possibile individuare la colonnina di ricarica più vicina, mostra le colonnine presenti nel territorio comunale sempre “disponibili” per la ricarica, salvo poi essere regolarmente occupate da parcheggi abusivi costringendo chi ha necessità di ricaricare la propria auto a girare per i vari stalli con il rischio di “rimanere a piedi”. Ritengo che da parte di Sindaco e Giunta serva un impegno concreto al fine di garantire residenti e turisti che si spostano con l’auto elettrica certi di poter procedere alla ricarica del proprio veicolo e che invece si trovano impossibilitati a farlo. Auspico che possano aumentare le aree di sosta/ricarica per le auto elettriche e che si proceda ad una azione politica volta ad incentivare questo tipo di veicoli.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*