Matteo Renzi a Perugia. «Se vince il No resta bicameralismo»

Renzi: "Coloro che hanno scritto la Costituzione sono dei giganti"

Matteo Renzi a Perugia. «Se vince il No resta bicameralismo»

Matteo Renzi a Perugia. «Se vince il No resta bicameralismo» “Ci avviciniamo alla Costituzione in punta dei piedi. Dicendo grazie a chi l’ha scritta, ma il mondo cambia con una velocità impressionante”. Così Matteo Renzi a Perugia per la campagna elettorale per il sì al referendum. “Voglio dire di sì al futuro”, dice il premier spiegando che non si può restare imprigionati dalla nostalgia. “Coloro che hanno scritto la Costituzione sono dei giganti, noi non ci arriviamo in modo sbarazzino ma bisogna guardare avanti”, afferma il presidente del Consiglio. “Se si dice no resta il bicameralismo paritario per decenni”, spiega il premier, “non cambierà nulla”.

“Dopo 30 anni con le varie commissioni che hanno cercato di cambiare la Costituzione e non sono riusciti a farlo adesso la riforma è stata fatta. Propongo un patto – ha detto Renzi -: di avere un atteggiamento serio ma di condividere questa battaglia con un sorriso, con la gentilezza. Ci diranno di tutto: che siamo insieme alle lobbie finanziarie, con le banche, ci diranno che noi vogliamo aumentare i poteri del premier. E’ tutto falso”, spiega il presidente del Consiglio. “L’idea di dare stabilità al governo non riduce la democrazia ma è una scelta normale, da Paese normale”.

“Oggi e’ il compleanno di Silvio Berlusconi e di Pierluigi Bersani. Facciamo loro gli auguri. Ma siccome ieri abbiamo chiuso il primo accordo sulle pensioni, mi voglio allargare: oggi e’ anche il compleanno della Cgil. Compie 110 anni… Non credo che Berlusconi lo sappia”.

Parole anche per M5s: “Erano partiti per cambiare la storia di questo Paese, hanno cambiato la geografia…”. Cosi’ Matteo Renzi, oggi a Perugia per il si’ al referendum, riferendosi al Movimento 5 stelle e ironizzando su Di Maio.

Le pensioni: “Diamo un piccolo segnale a chi ha una pensione minima, è un piccolo passo in avanti. Sono contenuto che si sia lavorato bene insieme”. Lo ha detto Matteo Renzi sull’accordo tra governo e sindacati sulle pensioni. Le parole del premier sono state accolte da un applauso delle tante persone in sala.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*