Marcia PerugiAssisi di notte contro la violenza e l’indifferenza [FOTO e VIDEO]

Gli organizzatori: "Vogliamo denunciare la gravità della situazione e invitare tutti ad affrontare le sfide aperte..."

Marcia PerugiAssisi di notte contro la violenza e l'indifferenza

Marcia PerugiAssisi di notte contro la violenza e l’indifferenza. Una Marcia PerugiAssisi notturna contro la violenza e l’indifferenza. Si è svolta tra il 10 e l’11 settembre 2016. Con questo gesto inedito, hanno dichiarato gli organizzatori, vogliamo denunciare la gravità della situazione e invitare tutti, cittadini e istituzioni, ad affrontare con coraggio le sfide aperte e ad assumersi la responsabilità della pace. ”“Ogni giorno, ogni volta che andiamo su twitter o facebook, ogni volta che accendiamo la Tv o leggiamo un giornale, veniamo a sapere di una nuova strage, di orrori che si ripetono, di guerre che continuano, di violenze che non si fermano, di muri che si costruiscono, di gente che perde il lavoro, di drammi ignorati, di persone sfruttate, respinte, uccise”. Questo il pensiero degli organizzatori.

In via della Viola sabato 10 settembre dalle 21.30 si è svolto un incontro di tutte le associazioni e organizzazioni che fanno parte del comitato promotore della Marcia Perugia Assisi prevista il 9 ottobre. Alle 23 poi i partecipanti si sono trasferiti a piedi a Porta San Girolamo. Dopo gli interventi di apertura si sono accese le fiaccole, poi la partenza con destinazione la Rocca Maggiore di Assisi dopo la sosta alla Tomba di San Francesco.

Molto bella e varia la partecipazione, sia all’incontro, sia alla marcia: dalla CGIL a Un Ponte Per.., dall’ANPI ai Frati del Sacro Convento, dall’ARCI ai Focolarini. Sono intervenuti oltre a Flavio Lotti, organizzatore della Marcia, anche Padre Alex Zanotelli, Don Luigi Ciotti, rappresentanti istituzionali degli Enti Locali dell’Umbria, Cooperative Sociali, Centri di accoglienza per migranti e tante altre associazioni aderenti alla Tavola della pace.

Alla PerugiAssisi notturna hanno partecipato anche: Sergio Bassoli, Rete della Pace; p. Egidio Canil, Sacro Convento di San Francesco d’Assisi; Jean Fabre, esperto dell’Onu; Andrea Ferrari, Presidente Coordinamento Nazionale Enti Locali per la pace e i diritti umani; Carla Casciari, Regione Umbria; Erika Borghesi, Provincia di Perugia; Stefania Proietti, Comune di Assisi; Maura Franquillo, Comune di Foligno; Willelma Battistoni, Comune di Marsciano; Marco Locchi, Comune di Umbertide; Giuseppe Giulietti, Presidente FNSI; Vittorio di Trapani, Segretario UsigRai; Elisa Marincola, Portavoce di Articolo 21; Franco Uda, ARCI; Vincenzo Sgalla, CGIL; Nicolas Sare, mediatore culturale Burkina Faso; Diouf Mamadou, richiedente asilo Senegal; Francesco Cavalli, Amani; Alessandra Paciotto, Legambiente; Lisa Clark, Beati Costruttori di Pace; Alessio Lanfaloni, Movimento dei Focolari; Massimo Ceccarelli, Acli; Muhamad Abdel Qader, Centro Culturale Islamico di Perugia; Graziano Zoni, Emmaus Italia; Livia Trigona, Omnes oltre i confini; Nadia Zangarelli, Un ponte per; Giuseppina Gianfranceschi, Coordinamento per la Pace Umbertide – Montone – Lisciano Niccone; Valeriano Tascini, ANPI Marsciano; Zineb Moujoud, Giovani Musulmani d’Italia; Valerio Apice, Isola di Confine; Giacomo Zatti, Fondazione Leo Amici; Gilles Dubroca, “Francais d’Ombrie”; Walter Cardinali, Libera Umbria, Mario Mirabassi, Tieffeu Teatro di Figura Umbro; Mario Galasso, Tavola della pace, Guido Barbera, Cipsi; Loris Cavalletti, Pensionati Cisl Emilia Romagna; Udu, Fiom.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*