Madre denuncia il figlio spacciatore

Ventenne arrestato dalla Polizia di Assisi

Madre denuncia il figlio spacciatore

Ci sono decisioni  che solo il coraggio di una madre può dettare. E’ quello che è successo nei giorni scorsi nel circondario di Assisi quando una madre, disperata ma al tempo stesso determinata e risoluta, decideva di presentarsi davanti agli agenti del Commissariato P.S. Assisi, diretto dal Vice Questore Aggiunto della P.d.S. Francesca D. DI LUCA, con in mano una bustina trovata nella cameretta del figlio poco più che ventenne mentre faceva le pulizie.

Dentro quella busta vi erano 30 grammi di sostanza stupefacente denominata “Speed”, droga sintetica avente tra i suoi componenti l’anfetamina e molto diffusa tra i giovanissimi per il basso costo e per la semplice reperibilità anche attraverso  siti internet.

A quel punto gli uomini dell’Ufficio Anticrimine decidevano di attendere il giovane davanti la sua abitazione al ritorno dal lavoro.

Sottoposto a perquisizione personale gli venivano ritrovati indosso, nascosti all’interno del portafogli, decine di semi di marjuana.

Si decideva così di procedere alla perquisizione locale.

Nella sua camera da letto, venivano scovati un bilancino di precisione, un rotolo di carta di alluminio, del nastro adesivo e diversi ritagli di cellophane solitamente utilizzato per il confezionamento in dosi dello stupefacente oltre ad una seconda busta, in tutto simile a quella già sequestrata, completamente vuota ma con residui evidenti della medesima sostanza.

Quelle buste erano in grado di contenere un quantitativo da 100 grammi, segno evidente che quello trovato dalla madre era solo il residuo di una ben più ingente disponibilità di droga.

Il ragazzo, veniva condotto presso gli Uffici del Commissariato dove compiute le formalità di rito, veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In sede di rito direttissimo, l’arresto veniva convalidato e il giovane immune da precedenti penali e con un regolare impiego, sottoposto alla misura dell’obbligo di firma giornaliero presso un ufficio di polizia.

Madre denuncia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*