Litiga con la convivente e tenta suicidio, la polizia lo salva

I poliziotti si sono immediatamente attivati e hanno cercato di rintracciarlo ma ogni suo contatto con l’esterno era disattivato.

Litiga con la convivente e tenta suicidio, la polizia lo salva

Litiga con la convivente e tenta suicidio, la polizia lo salva

Si è presentata nel tardo pomeriggio in Questura dicendo: il mio compagno è irrintracciabile e si vuole uccidere. Non dava notizie di sé da ore, aveva mandato messaggi inquietanti ad un familiare fuori regione e, soprattutto, attraversava una difficile fase della vita con litigi continui e cure psicologiche specialistiche. I poliziotti si sono immediatamente attivati e hanno cercato di rintracciarlo ma ogni suo contatto con l’esterno era disattivato.

La credibilità della vicenda era assoluta e quindi bisognava fare qualcosa in più. Si è deciso di fare una verifica negli alberghi ed ecco che, dopo ore di ricerche, si ha un riscontro positivo. Si entrava nella sua camera e l’uomo era in stato confusionale: aveva ingerito dosi massicce di psicofarmaci. Una corsa in ospedale per una lavanda gastrica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*