Leo ha incontrato il nuovo primario dell’oncologia medica di Perugia Fausto Roila

Il presidente dell'associazione Avanti Tutta prima ha portato una nuova donazione nel reparto di oncologia medica

da sx Fausto Roila, Mara Picciafuoco, Leonardo Cenci, Emilio Duca, Vincenzo Minotti

Leo ha incontrato il nuovo primario dell’oncologia medica di Perugia Fausto Roila PERUGIA – Avanti Tutta ha voluto portare i suoi saluti al nuovo primario dell’oncologia medica dell’ospedale Santa Misericordia di Perugia, il dottor Fausto Roila. Leonardo Cenci lo ha incontrato questa mattina (mercoledì primo marzo) insieme al direttore generale, Emilio Duca, ed al responsabile della struttura complessa dell’oncologia medica, il dottor Vincenzo Minotti. Una visita informale dove il presidente di Avanti Tutta ha illustrato al nuovo primario le donazioni fatte dall’associazione al reparto di degenza ed al day hospital, garantendogli la massima collaborazione della onlus.

“Torno con piacere nel reparto di oncologia medica dell’ospedale di Perugia, dove ho già lavorato 22 anni, ma a metà servizio – spiega il dottor Roila – perché ad oggi c’è una convenzione con l’azienda ospedaliera di Terni, da cui io dipendo. Questa sinergia ha l’obiettivo di creare un coordinamento umbro tra le oncologie dei due nosocomi che possa permettere a tutti gli oncologi di lavorare nella stessa direzione, di poter poter utilizzare al meglio i farmaci. La nostra è una piccola regione ed è importante unire le forze per andare tutti insieme nella stessa direzione che è quella di tutelare gli interessi del malato. Sono molto felice di essere qui. Per me è un ritorno in un ambiente che conoscevo. È ovvio che sono passati 9 anni dalla mia presenza a Perugia ma, piano piano, spero che creeremo un gruppo di buon livello per assistere al meglio i nostri malati. In questo contesto – conclude – sono contento che esistano realtà come Avanti Tutta che ci aiuteranno a perseguire questo obiettivo”.

NUOVA DONAZIONE – Prima di incontrare il dottor Fausto Roila, Leonardo ha effettuato una nuova donazione al reparto di oncologia medica. Si tratta di un televisore Samsung 55 pollini ad alta definizione. Uno strumento che è stato richiesto all’associazione per un duplice obiettivo: professionale e didattico. Lo schermo ad alta definizione, infatti, permetterà ai medici di visualizzare al meglio i risultati di tac, risonanze magnetiche, pec e quant’altro. Un utilizzo giornaliero per dare delle diagnosi più precise possibile. Il maxi schermo servirà anche per uso didattico permettendo di condividere immagini nei momenti di formazione e per presentare casi clinici.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*