Lavoro in nero, sanzione per commerciante ambulante

Il commerciante ambulante, durante il mercato settimanale, impiegava un giovane con mansioni di facchinaggio senza che questo fosse regolarmente assunto

Lavoro in nero, sanzione per commerciante ambulante

I Carabinieri di Nocera Umbra, al termine di un’attività d’indagine, hanno sanzionato un commerciante ambulante che impiegava un giovane “in nero”. Nella quotidiana attività di contrasto all’illegalità posta in essere dai militari della locale Stazione Carabinieri, è stato accertato che un commerciante ambulante, durante il mercato settimanale, impiegava un giovane con mansioni di facchinaggio senza che questo fosse regolarmente assunto. Per alcune settimane i militari hanno monitorato il responsabile ed hanno accertato che l’illecito impiego del lavoratore non era occasionale, bensì un’abitudine. Al termine degli accertamenti i militari del Comando Stazione di Nocera Umbra con l’ausilio del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Perugia hanno effettuato l’intervento.

Al termine dell’attività ispettiva è emerso che il commerciante ambulante impiegava il giovane da circa un anno, senza nessun contratto. Per tale motivo gli è stata contestata una sanzione amministrativa di euro 8.000,00 oltre alla regolarizzazione, per il periodo per il quale ha prestato la sua opera, del giovane. Nel corso degli accertamenti è emerso anche che un altro commerciante ambulante, se pur in possesso di una regolare licenza commerciale, nel corso degli anni aveva omesso di ottemperare agli obblighi contributivi e fiscali e per tale motivo verrà segnalato al competente organo ispettivo.

Lavoro in nero

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*