Ladri seriali arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Gubbio

Si tratta di due marocchini che agivano nell'Eugubino-Gualdese

Ladri seriali arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Gubbio
Comandante Zago

Ladri seriali arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Gubbio

 I Carabinieri delle Stazioni di Scheggia, Gualdo Tadino e Fossato di Vico hanno tratto in arresto due giovani marocchini, di cui uno residente a Fossato di Vico e l’altro a confine tra Gubbio e Gualdo Tadino, che da tempo avevano deciso di movimentare le loro notti compiendo furti in appartamenti e locali pubblici. Nell’ultimo mese diversi sono i colpi messi a segno in varie località dell’Eugubino-Gualdese, episodi che hanno destato, come è naturale, paura e preoccupazione nella popolazione.

Sebbene molto giovani, non si fermavano davanti a nulla. Avevano lasciato le abitazioni delle rispettive famiglie occupando abusivamente dei locali in disuso della zona commerciale di Fossato, divenuti un vero  e proprio covo dove organizzarsi e nascondersi. Che i Carabinieri li stessero tallonando, i due lo avevano capito sin dalle prime denunce, risalenti al mese di maggio. Infatti,  proprio un mese fa, sospettati di aver commesso alcuni furti nelle scuole dei Comuni di Fossato e Sigillo, dopo le prove raccolte a loro carico sono stati denunciati in s.l. all’Autorità Giudiziaria.

Ancora un episodio a loro carico. Un furto all’interno di un’attività artigianale di Scheggia nonché il furto di televisori e telefonini cellulari in un negozio di un Centro Commerciale di Fossato di Vico. Anche in questi casi  per loro è scattata una denuncia in stato di libertà. La scorsa notte però è andata male. I due, convinti di agire indisturbati, si sono introdotti all’interno del centro commerciale di Fossato di Vico forzando una porta di accesso e  sfondando quella interna del bar, dove avevano già iniziato a caricare sigarette, liquori e denaro lasciato in cassa dal gestore. I due giovani non avevano però fatto i conti con i Carabinieri i quali, scattato l’allarme, bloccavano tutte le possibili vie di fuga del centro commerciale e trovavano con le mani nel sacco i due che, in flagranza di reato venivano tratti in arresto con l’accusa di tentato furto aggravato. 

Il giudice ha convalidato gli arresti operati dai carabinieri ed ha inflitto, al più giovane dei due la “permanenza domiciliare”. Durante le fasi dell’arresto e le conseguenti indagini emergeva che entrambi, la notte precedente, avevano perpetrato un furto all’interno di un edificio scolastico di Gubbio, sottraendo alcuni tablet utilizzati per le lezioni; tablet rivenduti per pochi spiccioli fuori zona la stessa notte del fatto.

Con l’arresto dei due spregiudicati ladri, entrambi marocchini, è stata chiusa un’importante indagine sulla quale la Compagnia Carabinieri di Gubbio aveva da qualche mese messo le mani. La collaborazione e lo scambio info operativo tra i reparti dipendenti – Stazioni Carabinieri di Scheggia, Gualdo Tadino e Fossato di Vico hanno permesso di assicurare alla giustizia due malviventi che stavano prendendo il sopravvento. Sono tutt’ora in corso indagini finalizzate sia a recuperare la refurtiva accumulata nel tempo sia ad individuare eventuali altri soggetti che potrebbero aver collaborato in alcuni “colpi” messi a segno dai giovani finiti nei guai.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*