Insediamento nuovo prefetto, De Miro incontra presidente Provincia

“Lavorerò al meglio, da servitore dello Stato come deve essere ogni prefetto, cercando di non deludere le aspettative della città”. Queste le parole pronunciate dal neo prefetto di Perugia Antonella De Miro, incontrando per la prima volta nel Palazzo di Piazza Italia il presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi nel giorno del suo insediamento nel capoluogo umbro.

Una città, a detta di De Miro, ricca di storia, arte e cultura e che, proprio per questo, “carica di enormi responsabilità chi si accinge a ricoprire un incarico come il mio”.

A suo giudizio, l’azione di un prefetto non può esprimersi nel chiuso delle stanze, limitandosi ai soli atti amministrativi, ma deve svolgersi soprattutto all’interno di una cornice fatta di sinergie e strette relazioni con le altre istituzioni pubbliche, a favore della sicurezza e della coesione sociale.

Amante del dialogo, De Miro ha annunciato di voler rimanere in contatto diretto con le altre figure istituzionali che hanno in mano il governo del territorio. Al neo prefetto il presidente Guasticchi ha presentato una città che “sta attraversando un periodo difficile, essendo da mesi nel mirino dei media che ne hanno distorto l’immagine”.

“In verità – sono state la parole di Guasticchi – Perugia è una città ospitale, con problemi patologici sì, ma al pari di altre realtà cittadine di pari dimensioni”. Sarà dunque compito delle istituzioni pubbliche, in sinergia, recuperare un’immagine più aderente alla realtà e riportare serenità sul territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*