Primi d'Italia

Inceneritore Terni, Lega Nord ascoltati anche i dirigenti regionali

Confermate le richieste della Lega Nord per una nuova audizione con Arpa, Asl e lo stesso Di Girolamo

Inceneritore Terni, Lega Nord ascoltati anche i dirigenti regionali
Regione Umbria

Inceneritore Terni, Lega Nord ascoltati anche i dirigenti regionali PERUGIA – Anche i dirigenti regionali, ascoltati oggi in Seconda Commissione, hanno confermato come in occasione della Conferenza dei Servizi per il rilascio dell’Aia all’impianto di incenerimento di Terni Biomassa, il sindaco Di Girolamo avrebbe potuto produrre degli interventi che, di fatto, avrebbero interrotto, o quantomeno rallentato, l’iter di approvazione dell’autorizzazione integrata ambientale.

Il sindaco, sulla base dei dati raccolti da Asl 2, riguardanti lo stato di salute della conca ternana, avrebbe potuto produrre una documentazione di “conclusione” di tali dati e quindi avviare una nuova fase dell’iter autorizzativo. Cosa che non è stata fatta. Un comportamento che lo stesso sindaco dovrà chiarire nel corso della prossima audizione in Regione. Il presidente della Seconda Commissione, infatti, ha ufficializzato la nostra richiesta di convocare in audizione, tra mercoledì o giovedì di questa settimana, il direttore regionale Arpa, il direttore Asl 2 e il sindaco Di Girolamo. Incontro che potrebbe svolgersi negli uffici ternani della Regione.

Un altro elemento importante è emerso da questa audizione. I dirigenti regionali hanno spiegato che è piena facoltà di Asl 2 e del sindaco Di Girolamo chiedere la revisione dell’autorizzazione anche in seguito al suo rilascio. Come mai questa ipotesi non è mai stata presa in considerazione dal primo cittadino? Sembrerebbe confermato, dunque, l’atteggiamento pressapochista e superficiale del sindaco in Conferenza dei Servizi, come avevamo già denunciato. Risultano del tutto inattendibili, inoltre, le dichiarazioni dello stesso primo cittadino che aveva asserito di aver fatto quanto possibile. Vogliamo ricordare a Di Girolamo che spettano ad ogni sindaco le competenze in ambito della tutela della salute dei cittadini e che lui stesso può intervenire in qualsiasi momento.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*