Giornata di sangue a Perugia, altro accoltellamento, in via del Macello

Regolamento di conti nel sottopassaggio tra via del Macello e Fontivegge

Giornata di sangue a Perugia, altro accoltellamento, in via del Macello

di Marcello Migliosi e Morena Zingales – Giornata di sangue a Perugia, altro accoltellamento, in via del Macello Non bastava purtroppo il fatto di sangue a Ponte Felcino, Perugia oggi è diventata un far west. Non ci si crederà, ma c’è stato un altro accoltellamento! Questa volta nel sottopassaggio che collega via del Macello alla stazione ferroviaria di Fontivegge. Uno di quei posti che solo a passarci ti vengono i brividi e ti ricordano le realtà suburbane delle grandi metropoli. E’ il segnale che, purtroppo, la deriva sociale, il cui argine in tanti invocano da oramai oltre 15 anni, non è affatto finita. Erano da poco passate le  14,30 di domenica. E il tutto si consuma in un batter di ciglia in  Via del Macello, nei pressi del sottopasso ferroviario, quello che spunta non lontano dalla sede della Cgil, per capirci.

Due si incontrano, o si danno appuntamento lì e uno dei due – classe ’67 – ha la peggio e ne esce fuori con un taglio sul mento. Non è niente di grave, dicono i sanitari che lo hanno però portato in ospedale.

Ma è ancora sangue è ancora paura per chi, in quel momento, si è trovato a passare di lì. Chi ha sferrato il fendente non si trova e la polizia lo sta cercando ancora. Sì perché dopo aver colpito, con estrema rapidità ha fatto perdere le sue tracce. Mentre all’altro sudamericano veniva suturata la ferita al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia. Sembra si tratti di due persone già conosciute dalle Forze dell’ordine, personaggi con precedenti di polizia, in sostanza. E anche qui, come a Ponte Felcino, si può presumere che si possa trattare di un regolamento di conti per questioni di droga o chissà che altro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*