Gli avvocati di Gesenu si dicono soddisfatti e in attesa delle motivazioni della sentenza

Gli avvocati di Gesenu si dicono soddisfatti e in attesa delle motivazioni della sentenza

Gli avvocati di Gesenu si dicono soddisfatti e in attesa delle motivazioni della sentenza

Gesenu, il riesame sblocca i conti correnti, indagine interna del Comune di Perugia PERUGIA – Il tribunale del Riesame sblocca i conti correnti di Gesenu, ma non il patrimonio. Il Riesame ha liberato 1 milione e 700mila euro. Alle origini della decisioni probabilmente anche un errato conteggio dei soldi sequestrati, tanto che l’azienda dei rifiuti ha ottenuto di mettere a garanzia del sequestro i 13 milioni di crediti vantati in Sicilia. Dissequestrati anche i 271mila euro bloccati a Luciano Sisani, per il quale non sussiste il reato di frode fiscale. Secondo i giudici infatti il reato non si concretizza con l’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti ma con l’indicazione di elementi passivi fittizi.

Gli avvocati di Gesenu si dicono soddisfatti e in attesa delle motivazioni della sentenza. Intanto il Comune di Perugia ha aperto un’indagine interna per verificare la regolarità dei contratti stipulati con Gest / Gesenu e per controllare che gli impegni firmati siano stati attuati. Sarà una task force, con soli dirigenti comunali, a verificare il tutto.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*