Forte scossa di terremoto in Centro Italia, magnitudo 5.3, avvertita anche in Umbria VIDEO

La scossa e' stata sentita nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed e' stata avvertita anche a Roma.

Forte scossa di terremoto in Centro Italia, magnitudo 5.3, avvertita anche in Umbria

Forte scossa di terremoto in Centro Italia, magnitudo 5.3, avvertita anche in Umbria PERUGIA – Una forte scossa di terremoto è stata avvertita intorno alle 10.27 in Centro Italia. Il terremoto è stato sentito nel Lazio, in Abruzzo, nelle Marche, a Roma e con forza anche nelle aree già colpite lo scorso 24 agosto, a Norcia e in Valnerina. La scossa avrebbe avuto una magnitudo di 5.3, con un epicentro tra L’Aquila e Rieti e ad una profondità di 9 chilometri.

E’ stata avvertita lungo la fascia appenninica in Umbria, da Gualdo Tadino fino a Foligno e Perugia. E’ stata sentita in maniera particolarmente netta in Abruzzo nel capoluogo di regione e a Teramo, oltre che sulla costa. Numerose le segnalazioni anche dal Molise, da Termoli, in provincia di Campobasso, a Isernia. E’ stata avvertita anche a Firenze. Decine di telefonate ai centralini ma al momento nessuna richiesta di soccorso dopo la scossa di terremoto. E’ quanto si apprende dai vigili del fuoco anche se le verifiche sono ancora in corso e sono rese ancora più complicate dalla neve. Un elicottero decollato da Pescara è in volo nella zona dell’epicentro.

A Norcia nessuna segnalazione di danni a cose o persone. “Immediatamente dopo la scossa i nostri tecnici assieme a quelli della Protezione civile e ai vigili del fuoco – dice l’assessore Giuseppina Perla – hanno fatto una ricognizione rapida all’interno del centro storico della città e non si registrano al momento criticità e nessuna segnalazione ci è pervenuta in tal senso”.

Anas comunica che in seguito alla scossa di terremoto di questa mattina, la strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre” è stata interessata dalla caduta di alcuni massi sul piano viabile nei pressi della località Biselli, nel tratto Spoleto-Norcia (foto allegata). Il personale Anas è intervenuto per rimuovere il materiale dal piano viabile.

La circolazione è al momento regolare lungo tutta la tratta. Personale e tecnici Anas stanno eseguendo le verifiche del caso.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, appresa la notizia del nuovo terremoto si è messo in contatto con il capo della protezione civile Fabrizio Curcio e segue direttamente la situazione.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Sono terremoti provocati artificialmente!! Tutti con ipocentro superficiale e poi dopo una scossa forte ne seguono altre piu lievi di assestamento, non un’altra ancora piu forte!! Possibile che la gente non si renda conto che c’è qualcosa di anomalo? Possibile tutto ora? Alluvioni, terremoti, invasione violenta di “strani” immigrati con ipod e vistito all ultima moda? Ci stanno facendo la guerra! Ma la massa beve tutte le minchiate che ascolta in tv!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*