Rapinava anziani, agiva tra Foligno e Bevagna, arrestato pluripregiudicato

Aveva rapinato un settantaseienne e un settantottenne, manette dei Carabinieri

Rapinava anziani, agiva tra Foligno e Bevagna, arrestato pluripregiudicato

Rapinava anziani, agiva tra Foligno e Bevagna, arrestato pluripregiudicato Contrasto ai reati contro il patrimonio: parola d’ordine per i militari della Compagnia Carabinieri di Foligno che, seguendo le direttive imposte dal superiore Comando provinciale di Perugia, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Spoleto nei confronti di un pericoloso pluripregiudicato per rapina. Azione corale da parte dei Carabinieri dell’aliquota operativa di Foligno e della Stazione di Bevagna che, in stretta sinergia e con accurato coordinamento, hanno posto in essere un’attività importante stroncando una fenomenologia delittuosa che potenzialmente avrebbe potuto creare allarmismo sociale. I fatti oggetto dell’ordinanza sono due, risalenti al mese di marzo di quest’anno, quando il malfattore, italiano, trentaseienne, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, ha perpetrato due rapine, a pochi giorni una dall’altra, in Bevagna e Foligno ai danni di due persone anziane. Nello specifico, proprio a Bevagna, la vittima settantaseienne denunciava ai militari della locale Stazione Carabinieri di esser stato aggredito da due giovani con volto travisato a bordo di una motocicletta.

Uno dei ragazzi , il passeggero, gli si avvicinava e con la scusa di chiedergli l’ora, gli dava una spinta facendogli perdere l’equilibrio e gli sfilava il portafogli contenente circa centoventi euro. A seguito dell’incitazione del conducente della moto il passeggero, quando la vittima era ancora a terra, gli strappava dal collo una catenina in oro giallo. Le indagini, condotte sagacemente dai Carabinieri di Bevagna, forti di una profonda conoscenza del territorio, hanno permesso di individuare immediatamente il conducente della moto riuscendo a scoprire anche che la stessa era oggetto di un furto avvenuto pochi giorni prima in Foligno. Per quanto concerne invece il passeggero della moto le indagini sono ancora in corso da parte degli inquirenti. L’altra rapina oggetto dell’ordinanza è avvenuta invece a pochi giorni di distanza nel comune di Foligno ai danni di un settantottenne. Le modalità con cui è stato perpetrato il delitto riconducevano ai fatti avvenuti a Bevagna e, per tale ragione, le indagini sono state messe immediatamente in relazione dai militari dell’aliquota operativa del NORM di Foligno.

Nel caso di specie infatti l’anziana vittima , mentre si trovava nei pressi della propria abitazione, veniva aggredita da due persone che giungevano a bordo di una moto. Il passeggero scendeva dalla motocicletta e con la scusa di chiedergli se poteva acquistare del vino lo aggrediva strappandogli tre bottoni della camicia e tirandogli dal collo una collanina in oro giallo. Nel frattempo il conducente osservava la scena per poi scappare velocemente.

Grazie all’opera di coordinamento e alla stretta sinergia tra il Norm e la Stazione di Bevagna, forti di un apparato informativo consistente, i Carabinieri sono riusciti ad individuare uno dei malfattori. Il Tribunale di Spoleto, accogliendo le risultanze investigative dei Carabinieri di Foligno, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, considerando il concreto pericolo che il malfattore , se lasciato in libertà, possa commettere ulteriori reati, ha applicato nei confronti di quest’ultimo la misura della custodia cautelare in carcere come da richiesta del pubblico ministero. Per tali ragioni i militari dell’aliquota operativa congiuntamente a quelli della Stazione di Bevagna hanno tratto in arresto il rapinatore e, dopo le formalità di rito, tradotto presso il carcere di Spoleto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*