Eseguiti due interventi di impianto cocleare su bambini umbri affetti da sordità secondaria

Medici otorinolaringoiatri, provenienti da sei  diversi Paesi – Pakistan, Costa d’Avorio, Giordania, Palestina, Arabia Saudita ed Egitto- hanno partecipato da  lunedi 11 Maggio  a mercoledì 13  ad un corso di esercitazione pratica presso il Centro di Formazione Otochirurgica  della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Perugia. Il corso è stato coordinato dal Professor Giampietro Ricci, Direttore della struttura complessa di otorinolaringoiatria del Santa Maria della Misericordia: “Gli 8 partecipanti al corso, sono medici di diverse esperienze che operano nei loro  paesi di origine, che hanno voluto arricchire il loro bagaglio professionale, partecipando ad  un seminario di chirurgia con docenti di grande esperienza internazionale in campo chirurgico. Oltre al Professor Jacques Magnan di Marsiglia, maestro e pioniere di più generazioni  di medici europei,  abbiamo invitato i Professori Antonio della Volpe di Napoli, Franco Trabalzini di Siena e Luca D’Ascanio di Mantova”.

Il programma prevedeva oltre ad alcune esercitazioni con l’utilizzo di pezzi anatomici umani, la partecipazione a due interventi eseguiti dall’equipe chirurgica del Prof. Ricci, che hanno riguardato due bambini ai quali sono stati impiantati due apparecchi  cocleari  per risolvere problemi  di sordità profonda secondaria a seguito di meningite.

Da anni oramai la Struttura di Otorinolaringoiatria dell’Azienda Ospedaliera  – Universitaria di Perugia, si avvale della consulenza di un autentico luminare della chirurgia quale viene considerato il Professor Magnan: “ E’ grazie al suo apporto che il nostro centro di formazione di otologia sta acquisendo sempre maggiore rilievo in campo internazionale – sottolinea il Professor Ricci – , ne è una dimostrazione il fatto che colleghi, già affermati nelle loro sedi, abbiano raggiunto Perugia, anche da paesi molto lontani, per  conoscere nuove tecniche chirurgiche”.

I due interventi chirurgici hanno riguardato due bambini di uno e due anni, entrambi residenti in Umbria. Gli interventi sono perfettamente riusciti grazie all’inserimento di un elettrodo nella coclea, che permetterà ai piccoli pazienti di recuperare una eccellente funzione uditiva, nel giro di alcune settimane.

La due giorni di formazione si è conclusa con una lezione magistrale del Professor Magnan, alla quale hanno partecipato oltre ai medici stranieri anche gli specializzandi in formazione presso la struttura di Otorinolaringoiatria del Santa Maria della Misericordia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*