E’ nato Pablo, il secondo figlio di Marco Bocci e Laura Chiatti

I due attori umbri sono al settimo cielo, ecco il fratellino di Enea

E' nato Pablo, il secondo figlio di Marco Bocci e Laura Chiatti
Laura Chiatti

E’ nato Pablo Bocci, il figlio degli attori Marco Bocci e Laura Chiatti. Il secondo fiocco per la coppia umbra, dopo Enea, il loro primo figlio. I genitori sono al settimo cielo per il nuovo arrivato della famiglia. Ovviamente massima riservatezza sui dettagli della nascita.

I genitori sono sposati dal luglio 2014 e non hanno mai nascosto la loro voglia di “famiglia numerosa”. In un’intervista a Vanity Fair lei aveva dichiarato di aver capito da subito che Marco potesse essere l’uomo con il quale costruire una famiglia: “Quando trovi “lui” senti tutte le voci del mondo che ti dicono “eccolo, è la tua parte mancante” e ti accorgi che lo reputi migliore di te”. Laura desiderava diventare madre con tutta se stessa e dopo la nascita di Enea aveva confermato di amare profondamente questo ruolo così come Marco ama fare il papà: “Fare i genitori ci piace da morire”, hanno detto.

Mamma e nascituro stanno bene. Il bambino, del peso di 3.180 chilogrammi, come informa attraverso l’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, il ginecologo di fiducia dell’attrice umbra Giuseppe Luzi. Il dottor Luzi aveva seguito anche la precedente gravidanza; la nascita è stata salutata dai familiari della coppia che hanno seguito le fasi del parto cesareo. L’intervento chirurgico è stato eseguito dalla equipe del dottor Giorgio Epicoco, primo operatore il dottor Saverio Arena, coadiuvato dall’anestesista dottoressa Carla Giorgini. In serata, nella privacy della stanza di degenza dell’ospedale, il marito dell’attrice Marco Bocci ha introdotto il primogenito Enea per un “primo saluto, immortalato con una foto” come ha commentato Bocci .”Si è trattato di un’altra giornata storica della vita della mia famiglia, io e Laura siamo felicissimi, per i ringraziamenti ci sarà tempo”, ha detto Bocci al dottor Luzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*