Due pazienti perugini tornano a vita nuova

Caldo in Umbria, 195 accessi al Pronto soccorso, molti sono pazienti anziani

Ricevono l’organo che li costringeva da tempo alla dialisi, proprio alla vigilia della giornata mondiale del rene, programmata per domani 12 Marzo. Si tratta di due uomini di 55 e 60 anni residenti in provincia di Perugia, ora si trovano ricoverati nella S.C. di Nefrologia e Dialisi del S. Maria della Misericordia, diretta dal Dr. Emidio Nunzi.

L’intervento chirurgico salva-vita ai due pazienti è avvenuto la notte scorsa ed è stato effettuato dalla equipe del Prof. Paolo Baccari, coadiuvato dai Dottori Enrico Papi e Francesco Pensi. Il decorso post-operatorio – fanno sapere i sanitari attraverso l’Ufficio Stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia – “è regolare, con buona funzionalità renale e diuresi positiva”.

La complessa operazione di prelievo degli organi era avvenuta nella notte di lunedì, presso l’Ospedale di Terni, dove era deceduta per ictus cerebrale una giovane donna residente nella provincia di Terni. I familiari avevano deciso la donazione degli organi e a coordinare l’attività di donazione, oltre al Centro Trapianti Regionale, la Dr.ssa Lorenzina Bolli, Responsabile della Struttura Complessa di Anestesia dell’Ospedale di Terni. Oltre ai reni, è stata possibile anche la donazione di fegato e cornee. Il fegato è stato impiantato ad un paziente ricoverato presso un ospedale romano e l’intervento chirurgico è stato eseguito dal Dr. Luca Poli.

Le cornee, invece, sono state trasferite alla Banca degli occhi di Fabriano. A far parte della equipe che ha effettuato il prelievo degli organi, i chirurghi dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Dottori Adolfo Petrina e Francesco De Santis.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*