Droga, oltre un chilo di cocaina sequestrata, due arresti a Foligno

Gli spacciatori sono stati colti con le mani del sacco nella zona industriale di Foligno, all'interno di un capannone abbandonato, mentre nascondevano le buste della droga dentro le pareti di cartongesso

Detenzione e spaccio, due persone arrestate a Foligno

Droga, oltre un chilo di cocaina sequestrata, due arresti a Foligno

Un chilo e quattrocento grammi di cocaina, due bilancini,vario materiale per il confezionamento e 30 mila euro sequestrati a Foligno il primo maggio dai militari del NORM e da quelli della Stazione di Foligno. La droga immessa sul mercato avrebbe potuto fruttare almeno 150 mila euro. Due soggetti sono stati arrestati per detenzione e spaccio di cocaina. Si tratta di M. L. e A.A., trentasettenni muratori in regola, di origini albanesi, entrambi residenti a Foligno e con numerosi precedenti di polizia in materia di sostanze stupefacenti.

I risultati di questa operazione sono stati illustrati dai carabinieri durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato tra gli altri anche il Maggiore Carlo Sfacteria e il capitano della compagnia di Foligno Angelo Zizzi.

“I malviventi – è stato detto in conferenza –  rendevano difficoltoso il monitoraggio dei loro spostamenti, diffidando di chiunque si aggirasse intorno a loro, annotando e fotografando qualsiasi macchina sospetta nei pressi delle loro abitazioni o nei luoghi da loro frequentati”.

Grazie a un’attività serrata, senza soluzione di continuità, dando vita a pedinamenti e a lunghi appostamenti in qualsiasi ora della giornata, cambiando di continuo macchine e mezzi, i carabinieri sono riusciti a bloccare i due.

Gli spacciatori sono stati colti con le mani del sacco nella zona industriale di Foligno, all’interno di un capannone abbandonato, mentre nascondevano le buste della droga dentro le pareti di cartongesso. Le successive perquisizioni domiciliari hanno permesso di confermare l’attività delittuosa dei soggetti. Nell’abitazione di uno dei trafficanti sono stati infatti sequestrati circa 30 mila euro in piccoli tagli. I soldi erano nascosti in una porta dell’abitazione dove il malfattore aveva ricavato un vano individuabile solo smontandola.

I due sono stati immediatamente arrestati e associati alla casa circondariale di Spoleto su disposizione della competente Procura della Repubblica.

 

Detenzione

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*