Donna trovata morta in casa a Foligno, figlio indagato per omicidio [AGGIORNAMENTO]

L'autopsia, che sarà effettuata venerdì mattina i medici legali Mauro Bacci e Laura Paglicci Reattelli

Donna trovata morta in casa a Foligno, figlio indagato per omicidio

Donna trovata morta in casa a Foligno, figlio indagato per omicidio

FOLIGNO – I carabinieri stanno indagando per scoprire le cause del decesso di Ornella Capponi, la 77enne,  trovata morta nella sua abitazione a Fiamenga, periferia di Foligno, nel pomeriggio di martedì 16 maggio. L’ipotesi è quella di omicidio preterintenzionale. Ad essere indagato sarebbe il figlio, da tempo affetto da problemi psichici. L’uomo è stato accompagnato dai carabinieri all’ospedale di Foligno in stato di shock, poi è stato ascoltato a lungo dagli inquirenti. Comunque è necessario attendere l’esito dell’autopsia, che sarà effettuata venerdì mattina i medici legali Mauro Bacci e Laura Paglicci Reattelli.

La donna viveva con il figlio che ha dato l’allarme recandosi dai vicini. In base ai primi accertamenti sembra che entrambi soffrissero di disturbi psichici. Il corpo è stato quindi trovato sotto a un letto senza materasso, nell’abitazione completamente allagata per alcuni rubinetti lasciati aperti. Non è chiaro se presenti segni di violenza, ma il decesso non sembrerebbe recente. I carabinieri sono ora in attesa dei rilievi del medico legale per capire quanto successo.

Il figlio della donna è stato portato in stato di choc all’ospedale di Foligno. 

La casa si trova non distante dal tracciato della tappa a cronometro Foligno-Montefalco del Giro d’Italia. Non ci sarebbero segni di violenza sul corpo della donna di 77 anni trovata morta nella sua abitazione alla periferia di Foligno. E’ quanto emerge dai primi accertamenti condotti dai carabinieri e dal medico legale. L’indagine è comunque ancora in corso. Gli inquirenti dovrebbero sentire anche il figlio della donna che ha dato l’allarme e attualmente in ospedale a Foligno in stato di choc. La morte della donna sarebbe comunque avvenuta diverso tempo prima del ritrovamento.

La casa era allagata, dalla prima ricognizione sul cadavere non sono trovate ferite visibili.

L’esame autoptico servirà a definire l’esatta causa del cesso e contribuirà a comprendere quando la morte sia effettivamente avvenuta, se sia attribuibile ad un malore che non ha lasciato scampo all’anziana, se sia, invece, un
decesso naturale conseguente una lite o se, invece, si sia in presenza dell’esito di un’azione violenta e che aprirebbe alla tesi dell’omicidio.  Gli investigatori dell’Arma hanno acquisito anche alcuni reperti, probabilmente capi di abbigliamento  che potrebbero essere sottoposti alle verifiche di rito.  La casa è stata cinturata da carabinieri così da consentire agli inquirenti di poter svolgere i necessari sopralluoghi e accertamenti nel riserbo più stretto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*