Controlli sicurezza Gubbio, quattro persone arrestate per furto, false generalità e altro VIDEO

Due arresti per furto in flagranza, un ventenne nei guai e un arresto a Fossato di Vico

Muore a 28 anni precipitando da palazzo dei Consoli a Gubbio

Controlli sicurezza Gubbio, quattro persone arrestate per furto, false generalità e altro GUBBIO – Dall’inizio dell’anno ad oggi la Compagnia di Gugbio ha intensificato la proiezione esterna svolgendo numerosi servizi di vigilanza per la prevenzione ed il contrasto dei reati contro il patrimonio, per il controllo della circolazione stradale e per arginare il fenomeno della guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e/o stupefacenti, sia con pattuglie con i colori d’Istituto che con l’impiego di militari in abiti civili. I controlli hanno portato diversi positivi risultati.

2 Arresti per furto in flagranza. Stavano portando via batterie per auto dalla stazione ecologica di Gubbio, ma il furto è stato interrotto dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Gubbio, coadiuvati dalla Stazione Carabinieri di Gualdo Tadino che hanno tratto in arresto i due ladri. La pattuglia, nel transitare nei pressi del citato deposito, ha notato un furgone di colore rosso nei pressi della recinzione dello stesso. Atteso il momento opportuno e notato che la rete metallica era stata tagliata, i militari sono intervenuti ad hanno bloccato il ladro. Perquisito nell’immediatezza il furgone, nel suo interno venivano rinvenute numerose batterie per auto. Altrettante ne venivano notate stipate lungo la recinzione in procinto di essere caricate sul mezzo. Dopo le prime operazioni i militari decidevano quindi di entrare all’interno dell’isola ecologica e lì identificavano un altro soggetto che nel frattempo, temendo di essere catturato, si era nascosto. I due, romeni, un maggiorenne ed un minorenne, domiciliati a Perugia, con precedenti, anche recenti, avevano già caricato sul furgone oltre 40 batterie per auto. Portati in caserma per gli ulteriori accertamenti i militari hanno riscontrato che sul rumeno 30enne pendevano una serie di accuse per furto, anche ai danni di altre isole ecologiche presenti nella provincia. Infatti, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato in concorso e tradotto presso il Tribunale di Perugia per il rito direttissimo dove è stato condannato a sei mesi di reclusione.

Dagli arresti domiciliari al carcere di Perugia Capanne. Nei guai 20enne. I militare della Stazione Carabinieri di Nocera Umbra hanno provveduto ad eseguire la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di un giovane magrebino di anni 20, noto alle Forze di Polizia. Il giovane, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, più volte controllato dai Carabinieri, si rendeva responsabile di numerose violazioni delle prescrizioni impartite non essendo presente a casa e ospitando, quando presente, altri pregiudicati. Lo stesso era già finito in carcere e messo ai domiciliari nel mese di dicembre 2016 poiché assieme a due connazionali, si era reso protagonista di un furto e di una rapina a danno di una donna in Fossato di Vico. Ritenuta tale condotta come una grave violazione delle prescrizioni, il G.I.P. di Perugia disponeva la sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari in atto con quella della custodia cautelare in carcere.

1 Arresto. I Carabinieri di Fossato di Vico hanno tratto in arresto in flagranza di reato un Nigeriano classe ’87, disoccupato, con precedenti di polizia, irregolare sul territorio nazionale poiché durante un controllo effettuato nei pressi di un esercizio commerciale in Fossato di Vico., effettuato su richiesta di alcuni avventori, era sprovvisto di permesso di soggiorno in corso di validità e forniva false generalità agli operanti. L’arrestato, dopo gli accertamenti di rito, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza di questa Compagnia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*