Concertone Radio Subasio, sul web volano le critiche

In tanti a criticare questo enorme palco al fianco della fontana

Concertone Radio Subasio, sul web volano le critiche

“Sento alcuni cittadini che si lamentano del super palco (per loro eccessivo) che sabato in centro ospiterà il mega concerto di Radio Subasio. Magari tutte le sere ci fossero super palchi ad ospitare concerti!! Meglio il centro pieno di vita, di locali e di concerti fino a tarda notte che pieno di tossici ed extracomunitari”. Lo ha scritto Marco Squarta in un post su Facebook. E in effetti sono diverse le lamentele di perugini che pensano alle sorti di Piazza IV Novembre e della sua Fontana. Saranno gli stessi che criticano la cioccolateria sotto le logge? Insomma c’è un gran parlare in questi giorni.

“Ma i perugini di cosa vogliono vivere…?” Risponde qualcuno al post di Squarta. “Non certo di spaccio ed escrementi sotto le Logge”.

“Sarà un evento di una singola giornata e non creerà disagi per più e più giorni”. Scrive un altro. “Questa iniziativa privata porterà in centro dalle 15000 alle 20000 persone molte delle quali provenienti da fuori regione che forse nemmeno hanno idea di quanto sia bella la location che si troveranno a vivere. Ragion per cui probabilmente anche in vista del periodo estivo probabilmente tale evento avrà una ricaduta positiva su tutte le attività commerciali del Corso. “Credo – continua nel post – che sabato le migliaia di persone che accorreranno alla festa di Radio Subasio se non ci fosse stato questo evento sarebbero andato normalmente a riempire centri commerciali anonimi e tutti uguali lontani dal cuore pulsante della nostra Bellissima e Amata PERUGIA”.

Il post di Squarta ha attirato l’attenzione di molti, ma ovunque su Facebook tanti a criticare questo enorme palco al fianco della fontana, insieme a tutti gli annessi e connessi. Ma viene naturale domandarsi. Ma il palco non è uguale a quello di Umbria Jazz? No comment!

Concertone Radio Subasio

1 Commento su Concertone Radio Subasio, sul web volano le critiche

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*