Commemorato il quarto anniversario dall’uccisione di Margherita Peccati e Daniela Crispolti

Marini e Bartolini, simbolo dell’impegno a servizio della comunità

Commemorato il quarto anniversario dall’uccisione di Margherita Peccati e Daniela Crispolti PERUGIA – “Il dolore per l’uccisione di Margherita e Daniela è un dolore che non si interrompe. Oggi, a quattro anni di distanza dal quel tragico giorno, siamo qui a onorarne la memoria, ricordando il loro impegno silenzioso e il lavoro svolto con attenzione e sensibilità, ed a esprimere ancora una volta il nostro affetto ai familiari e ai colleghi, come Regione e come comunità regionale”. Lo ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenendo stamattina alla commemorazione delle due dipendenti regionali uccise il 6 marzo 2013 sul posto di lavoro.

Una cerimonia breve, di fronte alla targa a loro dedicata posta nell’atrio di accesso alla sede regionale del Broletto, dove sono stati posti un cesto di rose rosse e mimosa e uno di fiori primaverili, conclusa da un minuto di raccoglimento.

Presenti il fratello di Daniela Crispolti, moltissimi dipendenti regionali tra cui colleghe e colleghi di Margherita Peccati e Daniela Crispolti, l’assessore regionale Antonio Bartolini e la consigliera regionale Carla Casciari che, all’epoca dell’assassinio, era vicepresidente della Giunta regionale. “Grazie a Daniela e Margherita – ha detto la presidente – Grazie ai servitori dello Stato, del Paese, che svolgono il loro lavoro al servizio degli altri, in silenzio, con alto senso del dovere”.

La presidente Marini ha ripercorso le ore angosciose e dolorose della mattina del 6 marzo di quattro anni fa, rivolgendo il suo pensiero ai familiari di Daniela e Margherita e a tutti coloro che, dai rappresentanti delle istituzioni nazionali alle forze dell’ordine, ai cittadini, hanno espresso la loro solidarietà. “Ringrazio anche chi ha proposto di costruire un ricordo che parlasse alle giovani generazioni – ha aggiunto – come abbiamo fatto con l’istituzione del Premio in memoria di Margherita e Daniela, per le migliori tesi di laurea sul ruolo svolto dalla pubblica amministrazione, che ne approfondiscono gli aspetti legati ai rapporti con i cittadini e la comunità”.

Un premio “in modo che l’esempio e il ricordo delle due dipendenti regionali siano sempre vivi fra gli studenti – ha detto l’assessore Bartolini – con borse di studio e l’accesso a un tirocinio nella pubblica amministrazione”. La presidente Marini e l’assessore Bartolini hanno richiamato anche la coincidenza del tragico evento con la settimana in cui ricade la Giornata internazionale della donna: “Con la loro vita e il loro lavoro, Margherita e Daniela sono un simbolo anche dell’impegno delle donne per la loro affermazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*