Clochard lasciati al gelo, Spagnoli, dov’è la Chiesa?

Spagnoli: "Basta parole, la Chiesa aiuti concretamente i poveri"

Emergenza freddo Perugia, ordinanza del sindaco per tutelate i senza tetto

Clochard lasciati al gelo, Spagnoli, dov’è la Chiesa?
Da Carla Spagnoli (Presidente Movimento per Perugia)
PERUGIA – Fa molta tristezza vedere in questi giorni di gelo poveri senzatetto abbandonati da tutti che dormono all’addiaccio o, peggio ancora, che muoiono uccisi dal freddo… È una situazione indegna in una società civile, e non si può far finta di niente! Chiunque di noi deve fare la sua parte: i clochard hanno bisogno si di cibo, coperte e vestiario, ma per prima cosa hanno bisogno di un tetto, soprattutto in questo periodo di emergenza!

E qui da credente cattolica faccio un appello alla Chiesa, alle associazioni cattoliche e alle strutture ecclesiastiche: il primo insegnamento della Chiesa non è la carità cristiana…? Le parrocchie e i conventi, che chiudono a mezzogiorno per poi riaprire e richiudere la sera, restino aperti anche di notte; chi ha risposto all’appello di Papa Francesco di tenere le chiese sempre aperte e senza orari…? Le canoniche e i seminari, che oggi sono semivuoti, siano destinati in questi mesi di freddo all’accoglienza dei senzatetto e dei più bisognosi! Non è lo stesso Vangelo che dice «Ama il prossimo tuo come te stesso»?

Basta parole, la Chiesa aiuti concretamente i poveri perché ne ha il dovere e le possibilità, economiche e di gestione! È assolutamente vergognoso che la Caritas non faccia entrare nelle sue strutture barboni se accompagnati da animali… Oggi ci troviamo di fronte a una Chiesa ricca, che predica povertà agli altri («È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago piuttosto che un ricco entri nel Regno dei Cieli») ma dalla quale aspettiamo i buoni esempi… Per Natale l’Arcidiocesi di Perugia ha offerto il tradizionale pranzo di Natale ai poveri: ottima iniziativa, che non può però limitarsi a una volta l’anno perché i poveri devono mangiare anche gli altri giorni e quelli che non hanno una casa hanno bisogno di un ristoro, specie nei mesi invernali e gelidi!

Oggi tantissimi giovani si allontanano dalla religione anche per questa mancanza di coerenza, perché pochi sono quei religiosi che fanno degli insegnamenti della Chiesa il loro credo e la loro vita… Il mio, da cattolica, non è un attacco alla Chiesa, ma un invito ad essa affinché si occupi delle sue anime, specie di quelle più bisognose, in momenti di emergenza come questo…

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*