A caccia con metodi non consentiti, usava il laccio per la cattura di fauna selvatica

Il trasgressore ha violato le Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio

A caccia con metodi non consentiti, usava il laccio per la cattura di fauna selvatica BETTONA – Nei giorni scorsi gli uomini della Stazione Carabinieri Forestale di Perugia hanno effettuato una serie di controlli finalizzati al contrasto del fenomeno del bracconaggio. Durante un sevizio di appostamento, alle prime ore dell’alba, in un’area fittamente boscata del Comune di Bettona, i militari hanno rinvenuto un laccio posizionato per la cattura di selvaggina. Il laccio veniva preventivamente disattivato e reso inutilizzabile. Poco dopo i militari sorprendevano in loco un cittadino di origini macedoni intento a riposizionare correttamente il laccio per la cattura di fauna selvatica. Il cinquantenne è stato denunciato per esercizio venatorio in periodo di divieto generale; e caccia con mezzi non consentiti. Il trasgressore ha violato le Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*