Buon Anno Scolastico, lunedì aperture scuole a Perugia e in Umbria

Anche il sindaco Romizi alla tradizionale conferenza stampa, oggi a Palazzo dei Priori, alla vigilia dell’ apertura delle scuole, che a Perugia e in Umbria è fissata per lunedì prossimo.

Il sindaco ha fatto gli auguri ai bambini e ragazzi perugini per quella che ha definito “una importante avventura di crescita”. Ha anche sottolineato che “nonostante le risorse in calo, in questo settore si resta fermi nel garantire la qualità dei servizi” e che con il mondo della scuola il Comune cercherà una interlocuzione molto stretta. “Appena superato il momento dell’ emergenza voglio andare personalmente nelle scuole – ha spiegato – a parlare con quelli che sono i nostri concittadini preferiti”.

Una strategia di attenzione che sarà visibile già nel giorno dell’ apertura dell’ anno scolastico, visto che i membri della giunta hanno assicurato la disponibilità a visitare ciascuno un edificio.

L’assessore Dramane Wague’ ha riportato, con i dirigenti Zepparelli e Migliarini, i dati in materia di infrastrutture e servizi a partire da quelli per l’infanzia. Ma ha soprattutto sostenuto la filosofia di fondo  dell’ approccio al microcosmo scuola. “la città ci chiede un cambio di passo nell’ ascolto, anche per quanto riguarda la scuola: mai più decisioni verticistiche ma una grande solidarietà orizzontale fatta di partecipazione, condivisione dei problemi e adozione di soluzioni condivise”.

Waguè ha anche insistito sulla necessità, riguardo alle offerte educative, “di puntare molto sull’ educazione alla legalità e ai valori civici e sulla promozione di modelli di vita e di relazioni non impostate sull’ usa e getta. Dobbiamo combattere nella scuola – ha detto l’ assessore Waguè – lo smarrimento dei ragazzi”.

Altri punti toccati, la sostituzione delle stoviglie di plastica, la valorizzazione della lettura attraverso le biblioteche, l’Analisi delle possibili sedi di proprietà comunale in cui trasferire le poche scuole che oggi sono ubicate in immobili in locazione (“un contributo – ha detto l’ assessore – alla strategia di riduzione della spesa”).

[divider] [divider] 

NIDI E SCUOLA D’INFANZIA

Il sistema socio-educativo per la prima infanzia, dedicato alla fascia d’età 0-3 anni, è costituito dai seguenti servizi:
Nidi d’Infanzia:  servizio educativo e sociale di interesse pubblico aperto a tutte le bambine e a tutti i bambini di età compresa tra i tre e trentasei mesi.
Servizi integrativi: sono articolati in formule educative, ludiche e di aggregazione sociale, aperti alle bambine e ai bambini, anche accompagnati da figure adulte.
Servizi sperimentali: la risposta ai nuovi bisogni emergenti dai contesti sociali del territorio.

Complessivamente la situazione nel territorio del Comune di Perugia in relazione ai servizi socio–educativi pubblici e privati al 1 settembre 2014 è riassunta nella tabella seguente.

SERVIZIO Strutture Pubbliche Strutture Private

(autorizzate)

Totali
N. Ricettività N. Ricettività N. Ricettività
Nidi d’infanzia – 3-36 mesi 15 716 22 589 37 1.305
Nidi d’infanzia – 12-36 mesi 3 110 5 92 8 202
Nidi Aziendali – 3-36 mesi / / 1 87 1 63*
Nidi familiari – 3-36 mesi / / 6 24 6 24
Centri per bambini – 18-36 mesi 2 32 / / 2 32
Centri per bambini e famiglie 2 35 / / 2 35
Spazi gioco pomeridiani – 1-5 anni / / 6 111 6 111
Centro ricreativo – dai 3 anni / / 2 60 2 60
Totali 22 893 42 963 64 1832

Per quanto riguarda i Nidi, l’offerta del Comune di Perugia per l’anno educativo 2014/2015 è rappresentata da 826 posti-nido, distribuiti in 19 servizi, dei quali 15 a gestione diretta (3 nel centro storico, 3 a Case Bruciate, 3 a Perugia Ovest, 3 nei Ponti e 3 nella Pievaiola) e 4 a gestione indiretta.
Gli utenti possono usufruire di 3 fasce orarie: una fascia antimeridiana 7:30-14:30 e due fasce lunghe 8:30-16:30 e 7:30-17:30, attivate in maniera differenziata nei vari servizi.
L’offerta di servizi integrativi del Comune di Perugia è rappresentata dai 2 centri per bambini (18-36 mesi), “L’Albero di Tutti” e “Scoiattoli”, ciascuno di 16 posti, uno a Castel del Piano e uno presso il complesso di Perugia, Via Villa Glori (Case Bruciate).
Le famiglie possono usufruire di un’unica fascia oraria 8:00 – 13:00, ma scegliere moduli settimanali di frequenza di 2-3-5 giorni.
Lo scorso anno educativo hanno preso il via alcuni progetti di sostegno alla genitorialità: tra questi “In vitro”, progetto sperimentale promosso dal Centro per il libro e la lettura; un protocollo d’intesa fra il Comune di Perugia e l’Associazione Culturale Pediatri;  un protocollo d’intesa fra il Comune di Perugia e la Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Perugia e Comitato Locale di Corciano; un progetto Servizio civile.

Questo il quadro di personale, tariffe e costi:

PERSONALE IMPIEGATO NEI NIDI D’INFANZIA E SERVIZI INTEGRATIVI
  1. unità
Educatrici 143
Unità educative a supporto dei gruppi di lavoro in presenza di utenti disabili 8
Personale di Coordinamento 4
Esecutori tecnici addetti ai servizi di cucina a tempo pieno 36
Personale amministrativo 12
SERVIZIO TARIFFE
Nido d’infanzia Vengono applicate tariffe personalizzate, determinate sulla base della ISEE posseduta nel 2013 e tenendo conto delle tre fasce orarie attivate per l’anno educativo 2014/2015.

È prevista l’esenzione per valori di ISEE pari a €.0,00 (zero).
Per tutti gli ISEE pari o superiori a €.30.001,00 vengono applicate le rette mensili massime stabilite per le rispettive fasce orarie, pari a 336,00€, 480,00€, 384,00€.

Centro per bambini Modulo 5 gg. 123,00€/mese
Modulo 3 gg. 82,00€/mese
Modulo 2 gg. 51,00€/mese
Centro per bambini e famiglie GRATUITO
COSTO DEL SERVIZIO “NIDI D’INFANZIA” COMUNALI totale iscritti (730) % a bambino
Costo direttamente sostenuto dal Comune 5.869.133,47€ 75,76 8.039,91€
Compartecipazione famiglie (Rette) 1.402.598,00€ 18,11 1.921,37€
Contributo regionale 474.914,00€ 6,13 650,57€
TOTALI 7.746.645,47€ 100,00% 10.611,84€

Quanto alle scuole d’ infanzia, questa la situazione a Perugia:

SCUOLE D’INFANZIA PARITARIE SEDI SEZIONI ALUNNI
COMUNALI 3 12 275
ENTI MORALI 1 4 86
PRIVATE 13 32 720

TOTALI

17 48 1.081

Dall’anno scolastico 2007/2008 l’offerta educativa nella scuola dell’infanzia è stata arricchita con le “Sezioni primavera sperimentali” per la fascia d’età 24/36 mesi a seguito dell’accordo siglato in Conferenza Unificata Stato – Regioni del 14 giugno 2007. Le sedi e le sezioni sono sette, per un totale di 150 iscritti.

Il Comune di Perugia gestisce 3 scuole d’infanzia, mettendo a disposizione complessivamente 275 posti.
Le scuole sono organizzate secondo 2 fasce orarie, una ordinaria 7:30-16:00 e una prolungata 7:30-17:30 (tempo potenziato), con una distribuzione pre-determinata degli utenti tra le fasce. In ciascuna scuola vi sono poi un numero prefissato di posti-letto per il riposo pomeridiano assegnati ai richiedenti sulla base della minore età del bambino.
Nel complesso educativo di Case bruciate è inoltre attivo un servizio (Sezione Primavera) rivolto a bambine/i da 24 a 36 mesi che funziona con orario 7:30 alle 14:30.
Il personale impiegato nelle scuole d’infanzia e sezioni primavera del Comune è complessivamente di  37 unità, di cui 26 educatrici.

 

IL SISTEMA SCOLASTICO STATALE

Con D.C.R. n.300 del 18.12.2013 è stato approvato il Piano di dimensionamento della rete scolastica, che ha di fatto prodotto una riorganizzazione profonda e sostanziale del sistema-scuola. A partire dall’Anno scolastico 2014/2015 l’offerta scolastica statale nel territorio perugino sarà rappresentata da 15 istituzioni scolastiche, in luogo delle precedenti 18, riorganizzate in senso “verticale” attraverso l’adozione, in via pressoché completa, del modello dell’istituto comprensivo, un’istituzione cioè che raggruppa territorialmente e coordina dal punto di vista organizzativo e amministrativo un certo numero di sedi di scuola dell’infanzia, di scuola primaria e di scuola secondaria di I° grado.

 

SERVIZI AUSILIARI ALL’ISTRUZIONE E PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

Il Comune di Perugia fornisce il servizio di refezione scolastica (colazione e pranzo) agli alunni che frequentano la scuola dell’infanzia e la scuola primaria a tempo pieno attraverso un sistema di centri preparazione pasti, a gestione sia diretta sia indiretta, distribuiti nel territorio. Venti sono i Centri di preparazione pasti, che servono 63 scuole per un toitale di 4565 pasti. Queste le tariffe ed i costi:

TARIFFE SERVIZIO MENSA
FASCE ISEE RETTA MENSILE
DA A
0,00€ 0,00€ 0,00€
1,00€ 6.235,99€ 30,00€
6.236,00€ In poi 50,00€
COSTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA iscritti mensili (4.442) % a bambino
Costo direttamente sostenuto dal Comune 2.587.101,51€ 65,02% 584,92€
Compartecipazione famiglie (Rette) 1.682.083,77€ 34,98% 380,30€
TOTALI 4.269.185,28€ 100,00% 965,22€

Il servizio di trasporto scolastico è effettuato a favore degli alunni delle scuole dell’Infanzia, primarie e secondarie di primo grado ed è reso esclusivamente per il territorio di competenza di ogni scuola. Nelle tabelle seguenti sono sintetizzati i dati del servizio relativi all’anno scolastico 2013/2014.

SCUOLA UTENTI SCUOLE SERVITE LINEE KM MEZZI
Infanzia 194 20 23 124.000
Primaria 934 36 45 572.000
Sec. I° grado 564 21 41
TOTALI 1.692 77 109 696.000 46
TARIFFA  MENSILE DESTINATARI
Intera (€.27,00) utenti del servizio completo (entrata + uscita)

utenti non residenti nel Comune di Perugia

Agevolata (€.17,00) utenti del servizio parziale (solo entrata o solo uscita)

utenti con I.S.E.E. inferiore o pari a €.6.235,99

Esonero totale utenti con I.S.E.E. uguale a €.0,00

Il Comune di Perugia integra le risorse che la Scuola deve mettere in campo per il sostegno alla disabilità. Nello specifico l’Amministrazione Comunale stanzia risorse economiche per l’assegnazione alle varie Istituzioni scolastiche di operatori per l’autonomia e la comunicazione, che affiancano il personale scolastico deputato al sostegno.

Bambini/Alunni assistiti 2008/09 2009/10 2010/11 2011/12 2012/13 2013/14
Scuole d’infanzia statali 180 187 174 199 228 249
Scuole primarie
Istituto comprensivo 29 31 37 37
Scuole secondarie I grado 95 94 102 113 145 146
Scuole secondarie II grado 84 94 104 118 162 154
TOTALI 359 375 409 461 572 586

Integrazione scolastica degli alunni stranieri. Cresce in maniera costante la presenza dei bambini/ragazzi stranieri nei servizi educativi e nelle scuole del Comune di Perugia, da anni attento all’accoglienza e all’inclusione degli studenti stranieri a scuola, lavorando per definire politiche, strategie ed azioni; in particolare ha inteso promuovere una serie di interventi atti ad evitare fenomeni di emarginazione e quindi a favorire l’assunzione di atteggiamenti mentali più aperti, l’affievolirsi del senso di minaccia degli autoctoni e l’instaurarsi di rapporti interculturali corretti. A partire da Settembre 2003 è stato attivato il servizio denominato “Punto Arlecchino” per i Comuni di Perugia, Torgiano e Corciano, rivolto in particolare agli insegnanti, primi mediatori interculturali, gestito attraverso Convezione annuale, da un’associazione nazionale di insegnanti, il Movimento di cooperazione educativa.

PRESENZA ALUNNI STRANIERI RISPETTO ALLA POPOLAZIONE SCOLASTICA – A.S. 2013/2014
SCUOLE Alunni Alunni Stranieri
N. %
Scuola infanzia 3.762 725 19,3
Scuola primaria 7.827 1.270 16,2
Scuola secondaria di 1° grado 4.370 752 17,2
TOTALI 15.959 2.747 17,2

Arricchimento dell’offerta formativa. Il Comune di Perugia predispone da anni un Programma di Offerte Culturali e di Opportunità Educative rivolte alla scuola dell’infanzia e dell’obbligo con l’intento di favorire la maturazione dei processi di conoscenza e socializzazione e la lettura del territorio ai fini educativi per garantire la piena realizzazione del diritto allo studio. Il “Fascicolo” che compendia tale Programma testimonia l’interesse e l’attenzione con cui il Comune di Perugia, con spirito di aperta collaborazione e senza la pretesa di scavalcarne le competenze o di imporre proprie visioni educative, si rivolge al mondo della Scuola, e alle sue specifiche esigenze nella prospettiva di un sistema formativo integrato.

 

IL PUNTO SULL’ EDILIZIA SCOLASTICA

Il patrimonio dell’edilizia scolastica del Comune di Perugia consta attualmente di 108 edifici, dei quali 96 di proprietà, 9 reperiti in affitto e 3 in comodato d’uso gratuito.
Le strutture sono disseminate su un territorio di circa 450 Kmq, presentano una cubatura complessiva di circa 450.000mc, una superficie interna di circa 113.000mq e aree verdi pertinenziali per circa 145.000mq.
Tale patrimonio ospita: 134 sedi scolastiche – scuole dell’infanzia (materne), scuole primarie (elementari) e scuole secondarie di I grado (medie); 3 sedi di scuola dell’infanzia comunali; 21 servizi socio-educativi per la prima infanzia (asili nido e servizi analoghi) assicurando una ricettività pari a circa 18.000 posti/alunno (circa 800 aule), a fronte di un’utenza di circa 17.000 bambini e ragazzi.
Gli interventi principali completati nell’anno scolastico 2013/2014, o avviati nel corso del medesimo e che si concluderanno entro l’anno 2014, sono i seguenti:

Edificio scolastico di Sant’Enea – Interventi di manutenzione straordinaria e miglioramento antisismico. Spesa complessiva per l’intervento €.400.000,00.

Scuole dell’infanzia e primaria “XX Giugno” di Perugia, Borgo XX Giugno – Interventi di messa in sicurezza per la  prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, dell’edificio.Spesa complessiva per l’intervento €.250.000,00.
Scuola primaria “L. Antolini” di Ponte Valleceppi, Via Garigliano – Interventi di messa in sicurezza per la  prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, dell’edificio. Spesa complessiva per l’intervento €.150.000,00.

Edificio scolastico di Fontignano: interventi di risanamento conservativo e miglioramento sismico. Spesa complessiva per l’intervento €.300.000,00.
Edificio scolastico di Piccione: interventi di adeguamento normativo. Spesa complessiva per l’intervento €.55.000,00.
Lavori di adeguamento alle norme di prevenzione incendi di edifici scolastici comunali. Spesa complessiva per l’intervento €.55.000,00.
Lavori di manutenzione straordinaria a seguito delle verifiche periodiche degli impianti antincendio e antintrusione. Spesa complessiva per l’intervento €.50.000,00.
Interventi per la messa in sicurezza degli impianti elettrici finalizzati alle verifiche periodiche ex D.P.R. 462/2001. Spesa complessiva per l’intervento €.50.000,00.
Interventi di adeguamento igienico-sanitario e manutenzione straordinaria delle infrastrutture per la refezione scolastica. Spesa complessiva per l’intervento €.50.000,00.
Edificio scolastico di Collestrada: interventi di ristrutturazione di un locale del piano seminterrato per realizzazione servizi igienici. Spesa complessiva per l’intervento €.55.000,00.
Interventi di adeguamento normativo finalizzati al rilascio dell’autorizzazione al funzionamento delle strutture educative per la prima infanzia (edificio scolastico di Ponte d’Oddi). Spesa complessiva per l’intervento €.35.000,00.
Interventi di manutenzione straordinaria per il risanamento della copertura dell’edificio sede della scuola dell’infanzia Rodari, via Caduti del Mare. Spesa complessiva per l’intervento €.50.000,00.
Interventi di manutenzione straordinaria per il risanamento di facciate, gronde e coperture degli edifici scolastici di Ponte d’Oddi, Lacugnano e primaria di San Martino in Colle. Spesa complessiva per l’intervento €.45.000,00.
Scuola dell’infanzia “Peter Pan” di Ponte San Giovanni: manutenzione straordinaria servizi igienici. Spesa complessiva per l’intervento €.37.000,00.
Interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento funzionale connessi al dimensionamento scolastico (edifici scolastici di via Pinturicchio, via Brunamonti, viale Roma, via Magnini, strada di Burgiano, ex circoscrizione di Ponte Valleceppi). Spesa complessiva per l’intervento €.55.000,00.
Interventi urgenti di manutenzione straordinaria di alcuni edifici scolastici. Spesa complessiva per l’intervento €.55.000,00.
Interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento normativo degli impianti elettrici di alcuni edifici scolastici. Spesa complessiva per l’intervento €.40.000,00.
Edificio sede della scuola dell’infanzia e asilo nido il tiglio – lavori di manutenzione straordinaria del viale di accesso. Spesa complessiva per l’intervento €.10.000,00.
Edificio sede della scuola dell’infanzia e primaria Borgo XX Giugno – lavori di manutenzione straordinaria della corte esterna. Spesa complessiva per l’intervento €.30.000,00.
Completamento dei lavori di adeguamento alle norme di sicurezza delle strutture presso il centro scolastico Kennedy-Pascoli in via Cotani. Spesa complessiva per l’intervento €.23.000,00.
Nell’anno scolastico 2013/2014 sono stati investiti per l’edilizia scolastica circa 1.800.000,00 €, di cui 800.000,00 € di contributo ministeriale e 100.000,00 € di contributo regionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*