Beccata con duemila euro falsi, arrestata

Si tratta di una 46enne di Calvi dell'Umbria, era in auto e con sé anche la figlia minore

Beccata in strada con duemila euro falsi, arrestata. Grazie ai continui controlli su strada, intensificati da tutti i Reparti dell’Arma della provincia su disposizione del Comando Provinciale, che oltre a garantire maggiore sicurezza percepita da parte della popolazione permettono il monitoraggio delle persone che si muovono nel territorio, è stata arrestata una 46enne trovata in possesso di oltre 2.000 € in banconote false.

Un equipaggio del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Amelia (TR), nel transitare nel corso di un normale servizio di perlustrazione del territorio in periferia di Narni (TR), notava un’autovettura condotta da una donna che stava uscendo dall’abitazione di un soggetto a loro noto in quanto sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali.

I militari, decidevano pertanto di fermare al volo e sottoporre a controllo l’autovettura in questione. La conducente, una 46enne di Calvi dell’Umbria (TR) che aveva con sé anche la figlia minore ed andava in panico alla vista dei Carabinieri, consegnava ai militari un involucro che aveva in tasca contenente 22 banconote da 100 € false.

La donna veniva pertanto arrestata per detenzione illecita di banconote falsificate e, per lo stesso reato, veniva deferito a piede libero, in quanto gliele avrebbe precedentemente cedute, il 61enne pregiudicato narnese sotto la cui abitazione la predetta era stata fermata. L’arrestata, in attesa della convalida odierna, veniva tradotta presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*