Bastia Umbra, evade dai domiciliari, arrestato carabinieri e portato in carcere

Si tratta di un 19enne residente con la famiglia a Bastia Umbra

Bastia Umbra, evade dai domiciliari, arrestato carabinieri e portato in carcere

Bastia Umbra, evade dai domiciliari, arrestato carabinieri e portato in carcere BASTIA UMBRA – Bastia Umbra, i Carabinieri hanno rintracciato e arrestato un giovane 19enne, residente nel territorio bastiolo, che era evaso dagli arresti domiciliari. La scorsa settimana, i Carabinieri della Stazione di Bastia Umbra, dopo prolungata attività di ricerca durata tutto il giorno, hanno rintracciato e arrestato un giovane 19enne, residente a Bastia Umbra, che era evaso dagli arresti domiciliari.

Il giovane, alcuni giorni prima, era stato arrestato e sottoposto ai domiciliari in esecuzione di ordinanza di misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Perugia, poiché gravemente indiziato in concorso di vari furti verificatisi all’interno di altrettanti esercizi commerciali della zona. Il giovane, che vive con i genitori a Bastia Umbra è stata sorpreso “assente” durante i consueti controlli effettuati dalle pattuglie che quotidianamente controllano il territorio.

Allertate  tutte le unità dell’Arma in servizio perlustrativo, il giovane veniva rintracciato nella tarda serata e ricondotto al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Perugia. L’arresto è stato convalidato e il giovane risottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

In data odierna, in considerazione della gravità della violazione della misura restrittiva, il Giudice del Tribunale di Perugia disponeva la custodia cautelare in carcere. Quindi il giovane, che aveva nuovamente violato le prescrizioni allontanandosi arbitrariamente dalla sua abitazione, veniva condotto presso la Casa Circondariale Capanne di Perugia, ponendo fine alle continue violazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*