Attentato a Istanbul, si verifica presenza italiani, i due nocerini stanno bene

L'attentato verso l'1.30 ora locale, le 23:30 in Italia con gli assalitori vestiti con costumi da Babbo Natale

Medics and security officials work at the scene after an attack at a popular nightclub in Istanbul, early Sunday, Jan. 1, 2017. Turkey's state-run news agency said an armed assailant has opened fire at a nightclub in Istanbul during New Year's celebrations.(IHA via AP)

Attentato a Istanbul, si verifica presenza italiani, i due nocerini stanno bene PERUGIA – “Siamo per fortuna lontani e siamo stati svegliati dai nostri amici in Italia che ci hanno chiamato per sapere come stavamo”. Stanno per fortuna bene Nicola e Meggie, due nocerini che avevano scelto di passare il capodanno a Instanbul, la città turca colpita la notte di Capodanno da un nuovo e sanguinoso attentato.

E’ successo in una discoteca di Istanbul, molto affollata, una attacco che farebbe pensare a un attentato dell’Isis ma non ci sono rivendicazioni. Fra le vittime 15 stranieri.

L’attentato verso l’1.30 ora locale, le 23:30 in Italia con gli assalitori vestiti con costumi da Babbo Natale e sarebbero ancora in fuga. Un primo bilancio è di 39 morti e 69 feriti.

Il locale è il Reina, nightclub sulla parte europea di Istanbul dove c’erano almeno 500 persone al momento dell’attacco. L’attentatore avrebbe prima ucciso un poliziotto e una guardia giurata all’ingresso per poi entrare nel locale e iniziare a sparare a caso sulla folla.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*