Arrestato il boss di Umbertide, oltre 2 chili di droga in casa

Nell'abitazione perquisita, oltre all'immancabile bilancia di precisione, venivano anche rinvenute banconote

Arrestato il boss di Umbertide, oltre 2 chili di droga in casa

PERUGIA – Nei giorni scorsi, un mirato servizio investigativo della Polizia di Stato, preordinato alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel comune di Umbertide, si è concluso con l’arresto di uno spacciatore albanese, particolarmente attivo. I poliziotti della Squadra Mobile da tempo monitoravano il fenomeno ed in particolare un soggetto, un albanese del 77 regolarmente soggiornante e con precedenti specifici, del quale si ipotizzava il coinvolgimento nella diffusione di droghe a Umbertide.

E, grazie a servizi specifici di osservazione ed appostamento nella zona durante i quali veniva visto entrare ed uscire da un’abitazione non riconducibile al domicilio ufficialmente dichiarato, gli agenti lo hanno individuato ed identificato. Nel corso del controllo lo straniero mostrava un certo ed ingiustificato nervosismo e veniva pertanto ispezionato e trovato in possesso di un modesto quantitativo (grammi 1,30 circa) di sostanza polverosa, che costringeva gli operatori ad estendere la perquisizione anche alla sua autovettura ed all’abitazione.

Il fermato, che nella propria auto non deteneva nulla di illecito, oltre alla sostanza polverosa, nelle tasche aveva un mazzo di chiavi corrispondenti proprio all’ingresso dell’abitazione dalla quale era stato notato fare ingresso e poi riuscire, poi risultato a lui in uso.

Immediata la perquisizione anche del predetto appartamento, all’interno del quale venivano rinvenuti involucri ben più grandi, contenenti sostanza analoga per un peso complessivo pari a circa 2500 grammi.

Nell’abitazione perquisita, oltre all’immancabile bilancia di precisione, venivano anche rinvenute banconote, ben occultate anch’esse nel cellophane, per circa 5500 Euro contanti, presumibile provento dell’illecita attività di spaccio. La sostanza rinvenuta nelle tasche e nell’abitazione in uso al fermato, all’esito del narcotest effettuato dalla locale Polizia Scientifica, risultava essere sostanza stupefacente del tipo cocaina, pertanto l’albanese veniva tratto in arresto nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi per accertare da dove provenisse lo stupefacente rinvenuto e a chi fosse destinato. L’arrestato, che vanta precedenti specifici tra Colfiorito e Foligno, tra il 2010 ed oggi, su disposizione del Pubblico Ministero, veniva associato alla locale Casa Circondariale, a disposizione dell Autorità Giudiziaria.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*