Arrestata a Bastia la donna col “vizietto” della truffa

Deve scontare 7 anni e mezzo di carcere. Il garage è stato interamente sequestrato...

Arrestata a Bastia la donna col “vizietto” della truffa

Arrestata a Bastia la donna col “vizietto” della truffa

Sono state decine le segnalazioni pervenute al centralino della Compagnia Carabinieri di Assisi aventi per oggetto un garage sito a Santa Maria degli Angeli in via D’Annunzio presso il quale più di una persona aveva notato un insolito andirivieni di mezzi e persone.

E ai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile è bastato veramente poco per risalire al proprietario del “box incriminato”, risultato poi in uso alla “primula rossa” delle truffe commesse in zona ai danni di centinaia di malcapitati.

Dopo una giornata di appostamenti fatti ad hoc nei pressi dell’autorimessa ieri sera verso le dieci i militari hanno visto avvicinarsi una macchina bianca con a bordo una donna di mezza età: gli uomini in borghese hanno simulano un controllo e appurano che la sessantatreenne, già domiciliata a Bastia Umbra ma in realtà irrintracciabile da alcuni mesi a questa parte era colei che aveva la materiale disponibilità dell’immobile.

Ma c’è di più: da un rapido accertamento in Banca Dati effettuato dopo averla accompagnata presso gli Uffici del Comando Compagnia è emerso anche che sul conto della donna col “vizietto della truffa” pendeva un ordine di carcerazione per l’espiazione di sette anni e mezzo di carcere: tutte pene passate in giudicato legate per l’appunto a truffe, ricettazioni e falsi vari commessi fino al 2009.

La perquisizione eseguita nell’immediatezza all’interno del garage e protrattasi fino a notte fonda ha poi permesso ai militari di rinvenire quattordici bancali di ceramiche asportate circa quattro mesi or sono da una ditta di Gualdo Tadino e molto altro materiale per il cui furto stanno ancora indagando i Carabinieri di quella Stazione.

Il garage è stato interamente sequestrato e in attesa delle determinazioni della magistratura inquirente mentre per la donna si sono spalancate le porte del carcere.

Arrestata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*