Adoc e Uil Pensionati preparano i ricorsi, e scatta la “class action” contro il Governo

La decisione di bloccare l’adeguamento al costo della vita dei pensionati è giudicata incostituzionale dalla Corte Costituzionale ma mentre il Governo bloccò le pensioni con effetto immediato decide di restituire a rate non a tutti e non tutto. Restituiscono solo l’11% di quanto spetta ai pensionati. Un milione di loro non vedrà neanche un centesimo” La Corte costituzionale ha stabilito che il blocco della perequazione , ossia il meccanismo che adegua le pensioni al costo della vita, delle pensioni oltre tre volte il minimo Inps (1450 euro lordi mensili) e’ illegittimo secondo la nostra Carta.

La sentenza afferma che la pensione e’ salario differito e ne va assicurato il mantenimento del potere d’acquisto “in particolare per quelle più basse”.“ Per questi motivi Adoc e Uil Pensionati hanno deciso di promuovere in Umbria una Class- action per garantire a tutti i pensionati quanto arbitrariamente sottratto.

1 Commento su Adoc e Uil Pensionati preparano i ricorsi, e scatta la “class action” contro il Governo

  1. Cortesemente, desidero ricevere le info necessarie per i ricorsi per il mancato adeguamento della pensione al costo della vita.
    Vi comunico che sono una iscritta alla Uil Pensionati di Siracusa.
    Grazie Maria Cirmena

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*