Terremoto, danni in Umbria, immediatamente operativo sistema protezione civile

La presidente della Regione Umbria si è immediatamente recata a Foligno

Terremoto, danni in Umbria, immediatamente operativo sistema protezione civile. Il terremoto di stamane – informano dalla Sala operativa della Protezione civile regionale – ha colpito maggiormente la zona della fascia appenninica umbro-laziale. In Umbria si segnalano danni principalmente nei Comuni di Norcia e Cascia, mentre non si hanno notizie di morti o di feriti nella nostra regione. Sono stati segnalati danni a numerose abitazioni che sono state evacuate e ad alcuni beni monumentali tra cui la Chiesa di S. Benedetto a Norcia, danni anche alle mura benedettine e crolli in alcune abitazioni a Castelluccio. Per quanto riguarda la viabilità al momento è interrotta la strada tra Borgo Cerreto e Norcia per la rottura di una barriera paramassi e l’accesso alla cittá é possibile solo per via Preci, sono state comunque evidenziate altre criticitá nella rete stradale.

Immediatamente dopo la scossa è stata aperta la SOUR ed attivato il sistema regionale di protezione civile che ha contattato i Sindaci dei Comuni interessati dall’evento per raccogliere le prime segnalazioni. É stato chiesta l’attivazione del 118 regionale per la zona di Rieti maggiormente colpita. Risultano inoltre danni alla rete elettrica per il crollo di un traliccio in prossimitá della galleria S.Benedetto e la temporanea interruzione dei servizi ferroviari su una tratta della Orte Falconara che però vengono effettuai con servizi sostitutivi su gomma. Sono stati inviati nella zona colpita alcuni tecnici regionali della Protezione Civile e sono in fase di allestimento squadre di volontari per prestare i primi soccorsi.

La presidente della Regione Umbria si è immediatamente recata a Foligno dove è attualmente in corso una riunione presso la Sala Operativa della Protezione Civile regionale alla quale partecipano, oltre alla Presidente Marini, la Vice Prefetto vicario di Perugia Tiziana Tombesi, i Comandanti dei Corpi Carabinieri, Guardia di Finanza, Forestale, Vigili del Fuoco, i tecnici della Protezione Civile Regionale, ecc. con l’obiettivo di individuarle le azioni da mettere in atto per fronteggiare la crisi e fornire i primi soccorsi alle popolazioni colpite.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*