TERME DEL CENTINO, FIRMATO PROTOCOLLO PER VALORIZZAZIONE DEL COMPLESSO

Terme del Centino
Terme del Centino
Terme del Centino

(umbriajournal.com) PERUGIA – “Con la firma di oggi si avvia concretamente l’opera di recupero ambientale, turistico e culturale di uno dei siti più belli dell’Umbria. Il suo rilancio e valorizzazione saranno un fattore di sviluppo e di attrazione per l’intera regione”: così l’assessore regionale all’ambiente, Silvano Rometti, ha commentato la firma del protocollo d’intesa fra Regione, Provincia di Perugia e Comune di Nocera Umbra per il recupero del Complesso Termale “Terme del Centino”, ubicato in località Schiagni di Nocera Umbra.

“Il protocollo – ha aggiunto Rometti – si inserisce nel quadro delle iniziative promosse dalla Regione per il rilancio del termalismo in Umbria attraverso il progetto ‘Essere benessere’, che ha già portato all’uscita dal degrado di alcune sorgenti di acqua termale abbandonate, con l’intento di attrarre investitori interessati al loro sfruttamento per creare una rete del benessere regionale. Ciò – ha concluso – avrà ricadute positive su l’intero territorio, andando a costituire un ulteriore segmento di quella promozione integrata che caratterizza l’Umbria come luogo di eccellenze naturali e culturali legate al buon vivere e alla salute”.

Per la riattivazione e la messa a valore del complesso, fortemente danneggiato dal terremoto del 1997 e alimentato dall’antica sorgente minerale del Cacciatore, il protocollo prevede il trasferimento da parte del Comune di Nocera delle quote di proprietà del compendio immobiliare in favore della Provincia, che così passerebbe dal 43 al 50%. Alla Provincia, in qualità di soggetto attuatore, spetterà di emanare le procedure di gara per l’individuazione del futuro gestore a cui verrà conferita anche la concessione mineraria per l’utilizzo delle acque, ora in capo al Comune.

La Provincia si assume inoltre l’onere di redigere uno studio di fattibilità degli interventi per l’utilizzo dell’acqua minerale a fini terapeutici, attraverso la realizzazione di un centro benessere, la valorizzazione della enogastronomia locale con l’eventuale realizzazione di punti di ristoro, il soggiorno dei clienti con la realizzazione di un centro di accoglienza e pernottamento. Subordinato a tutto ciò è previsto l’imbottigliamento dell’acqua minerale finalizzato alla valorizzazione delle specificità proprie dell’acqua e alla sua commercializzazione in un mercato “di nicchia”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*