La tecnologia umbra vince in Svizzera

risparmio_energetico2--400x300(UJ.com3.0) Friburgo (Svizzera) – Egenera, azienda umbra che progetta e realizza soluzioni all’avanguardia dedicate alla generazione e al risparmio dell’energia, ha partecipato alla terza edizione “Start2Match”, tenutasi lo scorso 17 Aprile presso il centro di sviluppo industriale “Le Vivier”, nel Canton Friburgo. L’evento, dedicato alle imprese italiane ed estere, è stato organizzato in collaborazione tra Swiss Business Group, il centro di sviluppo industriale Le Vivier e l’incubatore svizzero Venturi.

Insieme ad Egenera erano presenti ben 120 aziende, le quali hanno avuto l’opportunità di incontrarsi per sviluppare nuove sinergie di business.

Durante la cerimonia di inaugurazione, il prefetto di la Glâne, Willy Schorderet, e il delegato della Camera di Commercio di Friburgo, Gregoire Raboud, hanno porto il loro benvenuto a tutti i partecipanti, dando via ufficialmente ai lavori.

Al fine di favorire la conoscenza reciproca e il matching tra le aziende, durante la manifestazione è stato riproposto, dopo l’edizione in occasione dello Start2Match di Zurigo, il premio “Start Up Best Project Award”. Durante la giornata, le aziende partecipanti hanno avuto il compito di introdursi e presentare i propri progetti, con l’intento ultimo di ricevere voti in base al gradimento relativo al proprio progetto.

Egenera si è aggiudicata il primo posto grazie alla presentazione, in anteprima europea, dell’Eraise (Egenera Remote Advanced Intrument to Save Energy).

Il software, interamente progettato e sviluppato in house, è un sistema di monitoraggio e gestione in real-time delle utenze e dei carichi energetici, applicabile ad una singola struttura o a un complesso di edifici e linee di consumo.

<Il software analizza i consumi, individua gli sprechi e implementa le azioni correttive.> ha spiegato l’ing. Filippo Langeli responsabile tecnico dell’azienda. <Tabelle e forme grafiche consentono di studiare e comporre periodi di consumo, mentre report specifici permettono di individuare i centri di costo. Il tutto avviene senza impattare con l’ambiente circostante, ma attraverso l’applicazione di sensori wireless, che rilevano il consumo e la dispersione di energia> ha concluso

<La nostra esperienza sul campo, fatta di costante contatto con le aziende italiane, gli imprenditori e gli energy manager, ci ha fornito un quadro chiaro di quanto i consumi energetici costituiscano una delle principali fonti di costo per l’impresa>, ha affermato l’ing. Raffaele Confidati Presidente di Egenera <Per questo motivo, siamo convinti che la strada da percorrere, viste le attuali condizioni del mercato energetico ed economico, sia quella di ricercare il miglioramento della competitività, soprattutto attraverso azioni mirate e consapevoli di risparmio e ottimizzazione delle risorse> ha concluso.

L’innovativa soluzione dedicata alla diagnosi ed al risparmio energetico, ha impressionato positivamente il pubblico di votanti e la giuria tecnica presieduta da Christophe Fragnière Presidente del centro di Vivier, i quali hanno apprezzato i benefici dal punto di vista sia ambientale che in termini di abbattimento dei costi di questa nuova tecnologia.

Vincitrice nella categoria PMI è stata invece l’azienda pistoiese Giorgio Tesi Group, leader in Europa nel settore del vivaismo per produzione di piante ornamentali.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*