Incontro col Sindaco, Printer va spento e riconvertito

terni-inceneritore acea_0(UJ.com3.0) TERNI – A seguito del question-time dello scorso 15 aprile abbiamo richiesto un incontro urgente al Sindaco sulla vicenda dell’inceneritore Printer, avendo appreso che la Tozzi ha acquisito definitivamente l’impianto, affare esclusivamente legato alla Autorizzazione Unica valida fino al 2019; davvero generosa fu la Provincia nel 2009!

Abbiamo ribadito al Sindaco, durante l’incontro di mercoledì 23 aprile, che è necessario da parte del Comune una presa di posizione chiara e definita contro la riaccensione di questo secondo impianto che sicuramente dovrà essere ristrutturato in varie sue parti, avendo sempre avuto molte difficoltà di funzionamento; abbiamo indicato quindi il procedimento della Conferenza di Servizi che si potrebbe aprire in caso di revamping il luogo in cui l’amministrazione di fatto dovrà esprimere la sua contrarietà. Inoltre abbiamo aggiunto la necessaria riconversione dell’impianto in direzione del riciclo finalizzato alla produzione di materia prima-seconda, e non di CDR (combustibile da rifiuti), puntando a rendere il Piano d’Ambito una percorso reale verso una gestione senza incenerimento e non un “profezia che si auto avvera”, visto che i tempi per non tornare a incenerire i rifiuti sono stretti e ancora senza risultati tangibili, soprattutto per i cittadini che pagano una tassa assai elevata. Aspetteremo i risultati dell’incontro del Sindaco con la Tozzi.

Per quanto ci riguarda ovviamente non transigeremo. Il bene comune della salute non può e non deve essere carne da macello per interessi privati, che accumulano grandi profitti grazie agli incentivi e socializzano i danni e le devastazioni.

Non accetteremo ulteriore ignavia da parte dell’Amministrazione e pensiamo che la nostra sia l’unica proposta davvero concretizzabile. O si brucia o si ricicla, soluzioni di mezzo purtroppo non esistono. L’11 maggio ci sarà la manifestazione regionale contro inceneritori, biomasse e biogas, un percorso comune con i tanti comitati nati in Umbria in difesa della salute e dei territori.

Sarà un appuntamento per tutti i ternani che non ne possono più di inceneritori, di diossine e di patologie spesso mortali.

Comitato No Inceneritori Terni

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*