Inceneritore Terni, assessore Fabio Paparelli, evitare di dire grandi bugie

Evitiamo strumentalizzazioni, siamo tutti contro l'inceneritore

Inceneritore Terni, assessore Fabio Paparelli, evitare di dire grandi bugie
da Fabio Paparelli, assessore regionale
TERNI – Evitiamo di dire grandi bugie che non servono nessuno :

  • 1) il potere autorizzativo correlato, di cui si parla a vanvera, riguarda una autorizzazione giá in possesso della società e rinnovata nel 2009. La conferenza dei servizi è un organo meramente tecnico, infatti alla conferenza tecnica non partecipano i politici o amministratori che non hanno voce in capitolo e non possono fare nulla;
  • 2) la vicenda di questo inceneritore ( improprio chiamarlo così) parte da una giunta di centro destra che sul finire degli anni novanta assegnò l’area a tale scopo e poi dipende dai tecnici di comune e provincia che hanno autorizzato l’impianto;
  • 3) spingere un tecnico a fare una cosa non prevista dalla legge é reato, se i tecnici al contrario hanno sbagliato lo può decidere solo un giudice amministrativo;
  • 4) credo sia giusto che il comune ricorra al tar, lo feci anche io con la giunta Cavicchioli in Provincia, ma perdemmo al consiglio di stato ( TerniEna ricordate?).

Evitiamo quindi strumentalizzazioni, siamo tutti contro l’inceneritore, anche se le emissioni sono infinitesimali rispetto al contesto, ma evitiamo chiaramente di far chiudere con strumentalità e ignoranti populismi tutte le nostre fabbriche, agitando un problema salute, non dimostrato

La conferenza ha peraltro autorizzato con condizione sospensiva, infatti se lo studio dell’Asl ( unico organo preposto a parlare della fattispecie correlata alla salute) dirà che esiste (anche se remoto) una qualche correlazione tra emissioni e salute si interverrà in automatico.

Il resto é becera poesia ed intanto le e,issino autorizzate sono diminuite del 70%!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*