GRANDINE, DOPO UNA SETTIMANA SI CONTANO I DANNI

grandine(umbriajournal.com) PERUGIA – Il sindaco di Castiglione del Lago, Sergio Batino, ha visitato ieri le zone del comune colpite violentemente l’11 luglio da una devastante grandinata. Accompagnato da un gruppo di imprenditori agricoli, tra cui la presidente della Cia del Trasimeno Letizia Tiezzi, il sindaco ha constatato di persona gli effetti arrecati dall’improvvisa e disastrosa perturbazione. L’ agricoltura del Trasimeno, già messa duramente alla prova dalle continue precipitazioni primaverili, ha subìto così un altro duro colpo da un andamento climatico quest’anno particolarmente sfavorevole le cui conseguenze peseranno certamente sui redditi delle imprese agricole.

Il territorio danneggiato la scorsa settimana si estende per circa 350-400 ettari ed è ricompreso tra Petrignano, Pozzuolo, Piana e Casamaggiore, tutte frazioni del capoluogo lacustre. In questa area sono andati distrutti o gravemente rovinati vigneti, uliveti, ortaggi e praticamente tutte le coltivazioni cerealicole in atto; pesantemente colpite anche le strutture agricole e la viabilità rurale. “Gli effetti della calamità – ha dichiarato Letizia Tiezzi – si faranno sentire anche nei prossimi anni dal momento che sono andati gravemente lesionati tralci e gemme delle viti ed i rami degli ulivi. Anche per questo – secondo la presidente della Cia del Trasimeno – è urgente che le autorità competenti si attivino immediatamente per ottenere dal governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale al fine di indennizzare in tempi brevi gli agricoltori così duramente colpiti.” (si allega documentazione fotografica)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*