LA “FESTA DELLA PRIMAVERA” DELL’UPA, IN TANTI HANNO RIPULITO IL TERRITORIO

UPA 2014 - 2(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Si è svolta lo scorso sabato a Castiglione del Lago la raccolta di rifiuti denominata “Festa della Primavera” e organizzata dall’UPA (Uniti per l’Ambiente) un’associazione di associazioni fondata nell’anno 2010 fortemente voluta e costituita dagli otto circoli di cacciatori presenti nel territorio comunale aderenti alle sigle di Arcicaccia, Enalcaccia, Liberacaccia, Federcaccia e dall’Arbit, Associazione per il Recupero delle Barche Interne Tradizionali. «Gran successo come negli altri anni – ha dichiarato Pier Giorgio Meacci, presidente di UPA – con oltre 40 partecipanti, man mano aumentati durante lo svolgimento dell’iniziativa. Dal ritrovo di Badia, dove si trova la sede della nostra associazione sono partiti tre automezzi che hanno ininterrottamente viaggiato tra i siti individuati per la raccolta e l’isola ecologica di Castiglione facendo all’incirca una decina di viaggi e conferendo, con accurata attenzione alla corretta differenziazione, il materiale raccolto». Diversi i siti ripristinati nei territori di molte frazioni compresa la ripulitura, effettuata dai soci Arbit, di un tratto di sponde del lago Trasimeno adiacente al capoluogo.

UPA 2014 - 1«I circoli dei cacciatori, tramite la perfetta conoscenza territoriale che hanno i propri aderenti – ha sottolineato Meacci – sono in grado di monitorare e fornire dettagli su tutti i luoghi interessati all’abbandono di rifiuti e quindi risultano indispensabili per la prevenzione, la salvaguardia e il ripristino ambientale. L’UPA ringrazia pubblicamente la TSA (Trasimeno Servizi Ambietali) e l’amministrazione comunale di Castiglione del Lago che da sempre si sono rese disponibili a fornire i mezzi e la mano d’opera specializzata e che ci consentono di affrontare con serenità l’iniziativa. Voglio inoltre per fare appello a tutte le associazioni presenti nel territorio comunale per invitarle ad aderire all’UPA per garantire sempre nel tempo un paesaggio ed un ambiente sano». L’UPA ha da poco proposto agli Enti locali, di installare, almeno nei punti più presi di mira da chi abbandona rifiuti, mezzi elettronici in grado di monitorare ed individuare gli autori di certi deprecabili gesti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*