Città di Castello, prevenzione sismica, più di 3 milioni per l’adeguamento di sei scuole

Prevenzione sismica
Prevenzione sismica
Prevenzione sismica

(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – Tre milioni e 250mila euro sono stati assegnati dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessorato alla mitigazione del rischio sismico, per l’adeguamento di sei scuole del comune di Città di Castello, nel cui territorio è in atto in questi giorni un’intensa attività sismica.

Lo stesso assessorato ha spiegato che il programma regionale è stato elaborato in attuazione di un Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile che ha destinato in Umbria risorse per oltre 8 milioni ed 800mila euro, riferite all’annualità 2012, di cui 8.048.481 euro per interventi su edifici pubblici (strategici ai fini di protezione civile o rilevanti in caso di collasso a seguito di evento sismico) o su edifici privati) e 757.504 per la microzonazione sismica”.

Le 6 scuole individuate nel Comune di Città di Castello sono la Scuola secondaria di 1° grado “G. da Tiferno”- Edificio 2; Scuola primaria “La Tina” – Edificio 2; Scuola Primaria San Secondo; Scuola Primaria Cerbara; Scuola Primaria San Pio X e la Scuola primaria “La Tina” – Edificio 1. Secondo la tempistica per le Opere Pubbliche, stabilita dalla “Disciplina regionale sui lavori pubblici” entro il prossimo 30 aprile alla regione dovranno pervenire le comunicazioni di interesse al contributo da parte degli Enti attuatori (in gran parte già acquisite), e quindi entro il 30 maggio la Regione approverà la graduatoria definitiva ed assegnerà i contributi.

Da quel momento ci saranno 6 mesi per la progettazione dell’intervento; 6 mesi per l’espletamento della gara e per la consegna dei lavori e 18 mesi per l’ultimazione dei lavori. Il programma, realizzato dal Servizio Geologico e Sismico Regionale, attiva complessivamente 4 differenti azioni di prevenzione sismica che comprendono indagini di microzonazione sismica ed Analisi della Condizione Limite per l’Emergenza, interventi strutturali su edifici pubblici strategici o rilevanti e interventi strutturali su edifici privati anche adibiti ad attività produttive.

Gli interventi strutturali di miglioramento sismico sugli edifici pubblici strategici e rilevanti, inclusi gli edifici scolastici strategici, prevedono un investimento di € 4.827.669,11 su 8 specifici edifici (1 ospedale, 1 municipio e 6 scuole), che erano già stati individuati ma non finanziati per carenza di fondi nell’anno precedente. Potranno essere così attivati interventi di miglioramento sismico in grado di restituire edifici sismicamente protetti fino ai livelli richiesti dall’Ordinanza della Protezione civile.

Per gli edifici privati invece, ha aggiunto la nota della Regione, è previsto il finanziamento di 77 interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico, per una somma di quasi 2 milioni e 500mila Euro in 8 comuni umbri: Citerna, Gubbio, Lisciano Niccone, Montone, Pietralunga, San Giustino, Umbertide e Città di Castello (15 interventi individuati per € 429.600,00, pari al 18% dell’investimento ai quali si sommano i 16 interventi dell’annualità precedente per € 282.240,00). La Regione ha inoltre messo in campo mezzi notevoli, offrendo alle amministrazioni comunali supporti logistici e personale tecnico specializzato.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*