CITTA’ DI CASTELLO: COMUNE E SOGEPU INSIEME PER IL DECORO CITTADINO

spazzamento strade(UJ.com3.0) CITTA’ DI CASTELLO – “La garanzia del decoro cittadino è una delle priorità dell’azione di governo dell’amministrazione comunale e per questo con Sogepu abbiamo messo a punto due specifici interventi che ci permetteranno, allo stesso tempo, di migliorare l’immagine di Città di Castello e di contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti”. L’assessore all’Ambiente Luca Secondi annuncia che da lunedì 6 maggio verrà avviato, per il se-condo anno, un intervento straordinario di pulizia delle banchine stradali lungo alcune delle principali arterie comunali e provinciali e che entro la fine di maggio verrà attivato per la prima volta, presso i centri di raccolta (isole ecologiche) del territorio, un servizio di ritiro dei materiali inerti provenienti da piccole demolizioni o ristrutturazioni edilizie. “Due interventi strettamente connessi – sottolinea Secondi – perché buona parte dei materiali abbandonati lungo le banchine stradali è costituita da residui di lavorazioni edili, fatto che, se da un lato denota un malcostume da combattere, evidenzia, dall’altro, l’esigenza di offrire ai cittadini un’opportunità di smaltire in modo adeguato gli inerti”.

L’intervento di pulizia delle banchine sarà effettuato da squadre di addetti di Sogepu nell’arco di circa un mese e consisterà nella rimozione e nel conferimento in discarica di ogni tipo di materiale che sarà rinvenuto a terra. Si comincerà dal capoluogo, con via delle Terme, nel tratto compreso tra il cimitero monumentale e lo stabilimento di Fon-tecchio, e si proseguirà sulla ex strada statale Tiberina Tre Bis nel tratto Garavelle-svincolo E45 di Promano e nel tratto Cerbara-Riosecco, sulla strada provinciale 104 nel tratto Trestina-Volterrano, sulla strada provinciale 105 nel tratto Trestina-Pesci d’Oro e sulla strada regionale Citernese nel tratto Pesci d’Oro-Lerchi. Contestualmente all’intervento di pulizia, Sogepu segnalerà alla Polizia Municipale gli accumuli di materiali che, con le dovute verifiche, possano far individuare e sanzionare i colpevoli delle violazioni di legge.

Le multe per coloro che saranno riconosciuti responsabili dell’inquinamento ambientale potranno arrivare fino a cinquecento euro. Il servizio di ritiro degli inerti verrà gestito da Sogepu e sarà riservato ai singoli cittadini che debbano conferire mattoni, mattonelle, ceramiche e sanitari provenienti da lavori edili di modesta entità. Saranno escluse le imprese, che devono seguire specifiche procedure di smaltimento dei residui dei cantieri. Il servizio funzionerà nei giorni e negli orari di aper-tura al pubblico dei centri di raccolta del territorio comunale, che possono essere con-sultati direttamente in loco e sul portale www.sogepu.com o richiesti telefonicamente al numero verde di Sogepu 800.132.152.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*